Superlega> La Supercoppa prende il volo per Perugia

Cucine Lube CIVITANOVA vs Sir Safety Susa PERUGIA, Finale Del Monte® Supercoppa 2022 Superlega. Volley Pallavolo Volleyball presso PalaPirastu Cagliari IT, 1 novembre 2022. Foto: Michele Benda [riferimento file: 2022-11-01/_MB68233]

Vincendo una finale al cardiopalma e rimontando due volte lo svantaggio di un set, i Block Devils conquistano a Cagliari il primo trofeo stagionale, la quarta Supercoppa nella storia del club. Mvp della manifestazione Oleh Plotnytskyi che entra dalla panchina e cambia la storia del match –

CAGLIARI – Torna a Perugia la Del Monte Supercoppa!
Dopo una finale di rara intensità, sempre in rimonta, superando mille difficoltà e lottando sempre uniti, i Block Devils della Sir Safety Susa Perugia superano al tie break la Cucine Lube Civitanova nella finale della manifestazione ed alzano al cielo di Cagliari la quarta Supercoppa della storia del club.
Sotto due volte di un set (ed 8-3 nel quarto), i bianconeri di coach Anastasi non mollano, si compattano, trovano l’un l’altro energia e convinzione e soprattutto trovano il ritmo giusto che serve per portare il match al tie break dove Perugia parte a razzo e non si ferma fino a quando Leon, cadendo da un attacco, scivola e batte violentemente la testa sul taraflex facendo ammutolire tutto il PalaPirastu che poi lo applaude copiosamente quando si rialza con le sue gambe. Superata la paura Perugia vola fino al traguardo e l’errore in battuta avversario fa partire la festa bianconera.
Per una volta i numeri non contano, o almeno non dicono tutto. Perché stasera battuta e muro vanno a singhiozzo, eppure la squadra trova in corsa altre risorse, cresce in attacco (58% alla fine), cresce in ricezione (51% di positiva), non molla di un centimetro. E si gode l’ampiezza della sua rosa. Sì, perché l’Mvp della manifestazione lo alza un giocatore che è partito dalla panchina e che è stato decisivo. È Plotnytskyi che con il suo ingresso, gira la sfida, dà solidità ai reparti e mette a terra 11 punti pesanti come il piombo. Leon ne mette 21, Rychlicki 14, tutti gli altri, ma davvero tutti, mettono il loro preziosissimo mattoncino.
È festa, perché vincere è sempre bellissimo e perché alzare un trofeo è sempre bellissimo. Da domani si torna con la testa sui prossimi obiettivi. Stasera però si fa festa!

IL MATCH

Stessi sette di ieri in avvio per Anastasi. Subito Flavio-Leon-Russo-Rychlicki (0-4). Bottolo dimezza (2-4). Parallela vincente di Rychlicki che si ripete a muro in coppia con Flavio (5-9). Tre in fila di Gabi Garcia, Civitanova torna a contatto (11-12). Ace di Nikolov, si torna in parità (13-13). De Cecco e Bottolo mandano avanti la Lube (15-13). Ancora De Cecco e poi Gabi Garcia (17-13). Civitanova alluna ancora (20-15). Ace di Bottolo (22-16). In rete il servizio di Rychlicki, set point Lube (24-19). In rete anche Leon, Civitanova avanti (25-20).
Equilibrio in avvio di secondo set (3-3). Vantaggio Perugia con Leon al servizio (3-6). Giannelli di seconda intenzione (3-7). Tocca l’asta l’attacco di Semeniuk (5-7). Maniout di Gabi Garcia (6-7). Due errori Lube fanno ripartire Perugia (6-10). Ace millimetrico di Russo (6-11). Muro del neo entrato Yant (8-11). A segno Semniuk con la pipe (11-15). Pallonetto vincente di Leon, poi Rychlicki (11-17). Due di Gabi Garcia, poi Bottolo (15-18). Semeniuk fa girare Perugia (15-19). Yant in diagonale (18-20). Anche Rychlicki in diagonale (18-21). Il lussemburghese al secondo tentativo (19-23). Fuori Rychlicki (21-23). Russo chiude sotto rete e porta i suoi al set point (21-24). In rete Chinenyeze, Perugia pareggia (22-25).
+2 Perugia nelle fasi iniziali del terzo parziale con il maniout di Semeniuk (3-5). Leon mantiene il doppio vantaggio (7-9). Il muro di Yant pareggia (9-9). Altro muro Lube che sorpassa (10-9). Dentro Herrera. Fuori Gabi Garcia (10-11). Dentro Solè. Pipe di Yant (14-13). Entra Nikolov e fa due ace (18-15). Dentro Plotnytskyi. Fuori il pallonetto di Gabi Garcia (19-18). Ace di Leon (19-19). Muro su Herrera (23.21). Torna Rychlicki. Leon pareggia (23-23). In rete il servizio di Plotnytskyi, set point Lube (24-23). Ace di Bottolo, di nuovo avanti Civitanova (25-23).
Subito 3-0 Lube con tre errori Sir. Muro di Chinenyeze poi invasione di Giannelli (5-0). Fuori Yant (5-2). Muro su Leon (7-2). Pesta la linea Gabi Garcia dalla seconda linea (8-5). Qualche errore Lube ricuce lo strappo (10-9). Plotnytskyi pareggia (10-10). Out Bottolo, Perugia avanti (10-11). Ace di Bottolo poi Yant (13-11). Leon pareggia (13-13). Muro su Gabi Garcia poi Giannelli (17-19). Bottolo pareggia subito (19-19). Muro di Plotnytskyi (19-21). Leon sulle mani del muro (21-23). Smash di Leon, set point Perugia (21-24). Rychlicki rimanda tutto al tie break (22-25).
Fuori Yant nel quinto (0-2). Pallonetto a segno di Leon (1-4). Pipe di Plotnytskyi (3-6). Contrattacco di Leon (3-7). Russo insacca il pallone in primo tempo (4-8). Doppio murone di Plotnytskyi che poi va a segno anche in contrattacco (4-11). In rete Zaytsev (4-12). Brivido per tutto il palazzetto con <leon che sbatte violentemente la testa cadendo da un attacco. Si rialza fortunatamente tra gli applausi e lascia il posto a Semeniuk. Si riprende a giocare con Russo a segno in primo tempo (6-13). Flavio porta Perugia al match point (7-14). In rete il servizio di Gottardo, la Supercoppa torna a Perugia! (8-15).

I COMMENTI

Kamil Rychlicki (Sir Safety Susa Perugia): “Ringrazio i miei compagni che mi hanno fatto questo bellissimo regalo (oggi Kamil compie 26 anni, ndr). È stata una giornata perfetta piena di grandi emozioni. Non abbiamo mai mollato, siamo rimasti in partita a combattere fino alla fine”.
Roberto Russo (Sir Safety Susa Perugia): “Sono felice per la vittoria e felice per i ragazzi. Tutti, dal primo all’ultimo, ci abbiamo messo il cuore. È stata una partita dura, siamo stati bravi a reagire e a rimanere sempre in partita. Conquistare il trofeo così ha un sapore bellissimo”.

IL TABELLINO

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY SUSA PERUGIA 2-3
Parziali: 25-20, 22-25, 25-23, 22-25, 8-15
CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 3, Gabi Garcia 21, Diamantini 3, Chinenyeze 2, Nikolov 4, Bottolo 16, Balaso (libero), D’Amico, Anzani 4, Gottardo, Yant 18, Zaytsev 1. N.e.: Sottile, Ambrose (libero). All. Blengini, vice all. Giannini.
SIR SAFETY SUSA PERUGIA: Giannelli 6, Rychlicki 14, Russo 8, Flavio 8, Leon 21, Semeniuk 6, Colaci (libero), Plotnytskyi 11, Ropret, Herrera, Solè. N.e.: Piccinelli (libero), Mengozzi, Cardenas. All. Anastasi, vice all Valentini.
Arbitri: Umberto Zanussi – Stefano Cesare
LE CIFRE – CIVITANOVA: 20 b.s., 7 ace, 39% ric. pos., 25% ric. prf., 50% att., 9 muri. PERUGIA: 21 b.s., 2 ace, 51% ric. pos., 35% ric. prf., 58% att., 9 muri.

Simone Camardese
Ufficio Stampa Sir Safety Susa Perugia