A2F> Roma Volley club in volo verso Marsala

Dopo la bella prova espressa sul taraflex di casa contro San Giovanni in Marignano, le Wolves si preparano per la seconda trasferta stagionale, che le vedrà domenica 6 novembre alle ore 15 affrontare la formazione di Marsala. Il match sarà trasmesso gratuitamente sul canale Youtube di Volleyball World Italia e su quello ufficiale disponibile solo per abbonati.

Con sei punti all’attivo nella classifica provvisoria del girone B, Roma proverà a confermare il buon momento di forma anche su un campo ostico come quello del Pala Bellina di Marsala nel tentativo di proseguire così la propria corsa a pieno ritmo e punteggio. Nell’ultimo match, il gruppo guidato da coach Cuccarini, sostenuto dai tifosi e dal Branco, ha messo in mostra un gioco di qualità a partire dall’ottima distribuzione di capitan Marta Bechis, nominata Mvp dell’incontro, senza mai perdere la concentrazione anche nelle situazioni di difficoltà. Una prestazione tecnica e tattica di livello che le Wolves cercheranno di riproporre anche contro l’imbattuta formazione siciliana che, nel derby d’esordio contro Messina, ha dato prova di essere un’avversaria temibile, nonostante la giovane età del roster guidato dal tecnico Bracci.

Giuseppe Cuccarini, coach della Roma Volley Club:

“Nella preparazione di una trasferta come quella di Marsala, rispetto a quella di un incontro casalingo, cambia l’approccio mentale alla partita. Se nei match in casa, dalla nostra possiamo contare sul grande supporto dei nostri tifosi, in trasferta dobbiamo aspettarci delle condizioni sicuramente meno favorevoli. Ma questo fa parte del gioco. Quello che vogliamo fare è riuscire a imporci sul piano del gioco e approcciare una sfida alla stessa maniera sia in casa sia fuori casa. Siamo consapevoli delle nostre qualità, della nostra forza, ma siamo altrettanto consapevoli che in ogni partita, soprattutto in quelle fuori casa, il nostro avversario farà sempre del proprio meglio per metterci in difficoltà. Noi dobbiamo giocare un gioco di altissimo livello come fatto in precedenza. Conosciamo poco l’avversario, per cui ci affidiamo a quelle che sono le nostre peculiarità, il nostro sistema di gioco, contando su due aspetti, la qualità tecnica e la grande volontà di lottare per ogni punto che giochiamo.”

Ufficio Stampa