Champions> Champions, una Lube in versione diesel espugna Tours in quattro set e prende il comando solitario della Pool C

Trebien Cucine Lube! Trasferta francese da ricordare per i campioni d’Italia, che si prendono la vetta solitaria della Pool C di CEV Champions League grazie alla seconda vittoria in altrettante partite stagionali nel massimo torneo continentale! Gli uomini di Chicco Blengini partono contratti e vanno sotto di un set, ma si rialzano e spezzano la striscia positiva del Tours VB piegando in quattro set (25-20, 20-25, 22-25, 13-25) i transalpini con una prova concreta e lontana anni luce dalla prestazione di pochi giorni fa a Cisterna.

Menzioni speciali per i colpi di Yant (MVP, 19 punti con il 48%), le giocate di Nikolov e Zaytsev (entrato dalla panchina nel primo set e rimasto in campo), e l’estro di De Cecco, autore anche di 4 block. Sul fronte opposto si mette in evidenza Abouba, top scorer con 24 punti.

Nella terza giornata del raggruppamento, mercoledì 30 novembre (ore 20.30) i cucinieri saranno di scena in Belgio nel quartier generale dello Knack Roeselare.

La partita

Cucine Lube Civitanova in campo con De Cecco al palleggio per l’opposto Garcia, Yant e Nikolov in banda, Anzani e Chinenyeze al centro, Balaso libero. Transalpini schierati con Coric al palleggio il finalizzatore Abouba, in banda Joao Rafael e Palonsky, al centro Nascimento e Parkinson, libero Diez.

Nel primo set i padroni di casa attaccano con il 45% e sfruttano la mano calda di Abouba (6 punti con il 67%) e, allo stesso tempo chiudono i varchi a muro contro una Lube poco precisa (10-4). Blengini dà spazio a Zaytsev per Garcia. I francesi ricevono e difendono meglio (14-7). I biancorossi provano a risalire (15-10), ma i transalpini continuano a battere forte e restano compatti a muro (18-10). Tra i biancorossi in campo c’è anche D’Amico per aiutare in difesa, ma è Yant a riaccendere la luce con un tocco d’astuzia e un ace (20-15). Entrano in successione Gottardo e Bottolo. Chiude Joao con il suo quinto punto (25-20).

Zaytsev resta in campo nel secondo set. La Lube trova il +2 dopo il muro di Yant (3-5), ma il Tours pareggia con l’ace di Nascimento (5-5). Si procede a strappi, con i biancorossi aggressivi (5-7) e il Tours ostico al servizio con Joao (7-7). I padroni di casa rispondono colpo su colpo fino al break di 6 a 0 dei cucinieri aperto da una stoccata di Yant (7 punti nel set con il 75% e un block) e chiuso dall’infrazione degli avversari (15-21). Tra i francesi entrano Derouillon e Monteiro. Nel finale i transalpini rosicchiano punti (19-23), ma capitolano sul servizio a rete di Coric (20-25). I 3 ace nel parziale non salvano il Tours contro una Lube che attacca con il 71% e mura meglio (3 a 1).

Nel terzo set la Lube vince il duello in attacco (67% contro il 62%). Il Tours è “Abouba-dipendente” (9 punti con 70%), ma deve fare i conti con il gioco arioso di De Cecco. Combattutissimo l’avvio, con la Lube che prova a tenere l’inerzia con Zaytsev e Yant (6-8). L’uno-due di Abouba dai nove metri porta avanti il Tours (10-9). Si procede a braccetto fino al turno al servizio di Marlon che trova un due ace e altri servizi pericolosissimi (16-20). In una fase delicatissima, il Tours dimezza il divario (20-22). Nell’acceso finale di set il primo tempo di Chinenyeze regala tre palle set a Civitanova (21-24). Al secondo tentativo per la Lube è lo Zar a chiudere i conti in attacco (22-25).

In avvio di quarto set i campioni d’Italia mettono il turbo (2-8), ma il Tours rientra in gioco con il servizio (6-8). Le prodezze di Nikolov, un’infrazione dei padroni di casa e l’ace di Zaytsev riconsegnano a Civitanova un cospicuo vantaggio (9-16). I padroni di casa sono nel pallone e non trovano più soluzioni convincenti. Yant ha vita facile a muro e Joao non trova il campo (11-19). Le prodezze finali di Zaytsev e l’attacco finale di Diamantini danno la vittoria alla Lube (25-13).

Il tabellino

TOURS VB: Joao 12, Derouillon, Nascimento Dos Santos 10, Palonsky 7, Chauvin, Abouba 24, Diez (L), Le Goff (L) ne, Coric 4, Klajmon, Parkinson 4. All. Fronckowiak.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez, Sottile ne, D’amico (L), Balaso, Zaytsev 12, Chinenyeze 10, Nikolov 14, Ambrose (L) ne, Diamantini 2, Gottardo, De Cecco 4, Anzani 1, Bottolo, Yant Herrera 19. All. Blengini.

ARBITRI: Szabo-Alexi (ROU), Simic (SRB)

PARZIALI: 25-20 (26’), 20-25 (27’), 22-25 (30’), 13-25 (24’). Totale: 1h 47’.

NOTE: Tours: battute sbagliate 20, ace 7, attacco 46%, ricezione 51% (29% perfette), muri vincenti 6. Lube: battute sbagliate 10, ace 4, attacco 51%, ricezione 25% (46% perfette), muri vincenti 13. MVP: Yant.

GIANLORENZO BLENGINI (allenatore): “Dopo una sconfitta come quella di domenica eravamo consapevoli che sarebbe stato difficile. Tours veniva da una fila di vittorie importanti. Credo che la squadra abbia dimostrato capacità di non scomporsi. Dopo un primo set giocato male siamo riusciti a fissare due o tre obiettivi e l’abbiamo girata anche grazie alla panchina. Credo che la squadra in questo abbia il proprio punto di riferimento, la rotazione dei giocatori è importante”.

LUCIANO DE CECCO: “Abbiamo giocato bene. Il primo set c’è stata un po’ di sofferenza ma è normale, loro sono una grande squadra e giocano una pallavolo di alto livello. Ci hanno messo un po’ alla prova. L’importante è che dal secondo set abbiamo chiarito le basi e fatto delle cose giuste: in battuta, a muro, in difesa. È stata una partita in crescita, molto importante”.

FABIO BALASO: “Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile e loro ci hanno messo difficoltà da subito con la battuta. Eravamo consapevoli che ci sarebbero stati due o tre turni al servizio molto importanti e proprio in quei momenti abbiamo sofferto. Dal secondo set ci siamo messi in testa che in quei turni dovevamo cambiare subito. Abbiamo lavorato molto bene con l’attacco di palla alta, siamo stati bravi e piano piano abbiamo migliorato la nostra fase break con muro e difesa”.

UFFICIO STAMPA A.S. Volley Lube
ufficiostampa@lubevolley.it