A2M> Bergamo: Altra trasferta, altro incubo.

L’Agnelli Tipiesse va ancora in testacoda e per certi versi in modo perfino inspiegabile. Dopo Castellana Grotte e Reggio Emila, tocca alla matricola Videx Yuasa Grottazzolina fare festa. Il 3-1 in terra marchigiana scaturisce da un mix letale tra mancanza di freddezza, gestioni comprensibili forse solo da uno strizzacervelli e una preoccupante allergia alla linea dei nove metri (20 errori complessivi, 38 globali). Nella mediocrità si salvano Toscani (82% in ricezione con il 59% di perfetta), Copelli e poco altro.

Ti aspetti bomber Nielsen (il miglior realizzatore del torneo, comunque decisivo con 24 punti ed il 51%), ma il primo ad esaltarsi è Bonacic (6, 57%). Quello che purtroppo sta diventando una costante nel formato export orobico – con Catone al debutto dall’inizio – è l’approccio da gettare nell’oblio (al termine non sarà nemmeno il solo aspetto). Lo dice il 36% in attacco, lo spiega la sostituzione di Cargioli con Cioffi sul 12-20 e non basta l’orgoglio da -8 a – 4 quando Cominetti sbaglia il potenziale – 3 e la luce si spegne di nuovo. Il danese della Videx è comunque protagonista del primo strappo del secondo periodo (10-8) e del secondo (16-13) dilatato immediatamente da un tremendo uno-due. Bergamo non riesce a mettere giù palla e sbaglia troppo pure in battuta (8 errori nel periodo), Graziosi prova anche a far rifiatare un attimo Held con Mazzon anche perché la sola palla un minimo sicura è su Cominetti, che tiene a galla i suoi per un attimo. Almeno fino a quando un più che balbettante Padura Diaz fallisce il potenziale 22-20 ed anche il capitano cala e lo 0-2 è cosa fatta. Con 21 errori a 10, in effetti, articolato pensare a qualcosa di diverso. Rientra Cargioli su Cioffi, il trend non sembra variare fino al 12-14 con una parallela di Held. E’un break che fa quasi notizia e costringe Ortenzi a fermare il gioco. Padura Diaz fa e disfa, Held lo imita, la Videx annulla il 16-19, aggancia a 19 (out Cominetti, in Mazzon) e a 22 poi una doppia di Bartolucci e un attacco di Cargioli allungano la sfida. Passato lo spavento, Bergamo si rigenera a cominciare dalla linea dei nove metri (ace di Padura Diaz e Cominetti, 2-7) salvo tornare a stretto giro a palesare l’ennesimo blackout (parziale 8-3 e pareggio a 10). Gli orobici condiscono il pomeriggio gettando alle ortiche due break (17-19 e 20-22), gli avversari ringraziano, neutralizzano Held alla prima chance e realizzano il colpaccio.

Grottazzolina-Bergamo 3-1 (25-20 25-20 23-25 25-22)

Videx Yuasa: Vecchi 8, Bartolucci 6, Nielsen 24, Bonacic 14, Cubito 4, Marchiani 2, R. Romiti (L), Focosi 2, Ferrini. N.e. Giorgini, A. Romiti, Leli. All. Ortenzi

Agnelli Tipiesse: Held 19, Cargioli 6, Padura Diaz 13, Cominetti 11, Copelli 13, Catone 1, Toscani (L), Mazzon, Cioffi 2, Pahor, Lavorato. N.e. De Luca, Jovanovic. All. Graziosi.

Ufficio Stampa