DF> Marino Pallavolo, Amici: “Abbiamo una consapevolezza ancora maggiore”

Marino (Rm) – La serie D femminile del Marino Pallavolo fa sul serio. Le ragazze di coach Marco Di Lucca hanno vinto con personalità lo scontro al vertice con l’Onda volley: nel match interno di sabato scorso le castellane si sono imposte con un secco 3-0 e con parziali schiaccianti (doppio 25-16 e 25-12 per chiudere). E’ il capitano e martello classe 1999 Alessia Amici a commentare la sfida: “Non mi aspettavo di vincere con questo scarto, ma la squadra ha espresso un’ottima pallavolo. L’anno scorso nella gara di ritorno avevamo vinto con loro per 3-2 fuori casa al termine di un match molto combattuto, mentre in casa all’andata la partita era stata simile a questa. Ci siamo preparate bene e siamo entrate in campo con grande determinazione. Loro hanno faticato tanto in ricezione anche perché siamo state molto proficue al servizio e non abbiamo mai calato la concentrazione a parte in qualche raro momento”. In questo momento il Marino Pallavolo è primo in classifica dopo sette turni di campionato, in cui le castellane hanno collezionato solo vittorie: “Siamo contente del nostro percorso, ma il torneo è lungo. Alle nostre spalle c’è Ariccia che ha tre punti di ritardo e che abbiamo battuto nel primo match di campionato. Loro, poi, hanno vinto sei gare consecutive e quindi sono una squadra da tenere in considerazione. Il nostro obiettivo? Sicuramente vogliamo fare il massimo perché veniamo da un percorso di crescita importante fatto l’anno scorso e culminato con la finale play off, purtroppo persa. Quest’anno abbiamo una consapevolezza e un’abilità di gioco diverse”. La corsa del Marino Pallavolo verrà interrotta nel prossimo fine settimana… dal calendario: “Dobbiamo osservare un turno di riposo: certamente sarebbe stato meglio giocare, ma ne approfittiamo per lavorare durante la settimana”. La chiusura della Amici, al quarto anno con la maglia del Marino Pallavolo, è sul suo “nuovo” ruolo di capitano: “Una responsabilità che mi rende felice e mi inorgoglisce. Già l’anno scorso, dopo la partenza di Sabrina Sabra per motivi di studio, avevo ricoperto questo ruolo. Ora lei è rientrata, si fa sempre sentire in campo e sono felicissima che sia qui, ma il gruppo mi ha riconfermato come capitano. Al di là di chi ha la fascia, però, è importante essere tutte concentrate sull’obiettivo di gruppo”.


Area comunicazione