A2F> Cremona e Olbia si sfidano a distanza per la Coppa Italia

big match Montecchio-Soverato

Nel Girone A, Brescia e Trento proveranno a blindare i primi due posti per evitare gli ottavi, margini ridotti per Albese e Lecco. Nel Girone B, Roma già ai quarti, competizione serrata per il secondo posto

Decima giornata del Campionato di Serie A2 alle porte, penultima del girone d’andata. Il primo obiettivo della stagione di molti club è ormai vicinissimo: tra meno di dieci giorni si avrà il quadro completo delle qualificate alla Coppa Italia Serie A2 Frecciarossa. Nel Girone A solo Brescia e Trento sono già sicure di un posto, anche se non dell’accesso diretto ai quarti di finale: importanti in questo senso le trasferte in casa di Club Italia e Lecco. Le speranze di Offanengo e Montale sono appese ad un filo, affrontando peraltro avversarie molto motivate: Sassuolo, al momento quinta con 15 punti, e Olbia, settima con 13. Albese sarà invece costretta a vincere contro Busto Arsizio, che a sua volta coltiva ancora l’idea di entrare nelle prime due, mentre cruciale per Cremona il match in casa contro Mondovì.

Nel Girone B, Roma e Soverato sono già qualificate, con le giallorosse anche sicure dell’accesso diretto ai quarti di finale. L’avversaria della capolista sarà Vicenza, obbligata a strappare punti per continuare a sperare, mentre le calabresi affronteranno Montecchio, che con due punti blinderebbe invece la sua posizione proprio a discapito delle cugine. Arduo il compito di Marsala, che dovrebbe fare almeno 5 punti in due partite ma ospita Martignacco, mentre già escluse Messina, che vola a San Giovanni in Marignano, e Sant’Elia, in campo a Talmassons. A riposo Perugia.

GIRONE A
Reduce da una settimana all’insegna delle indisponibilità, la Valsabbina Millenium Brescia è pronta a mettersi alle spalle il k.o. contro Albese, dopo aver recuperato tutte le assenti. La sconfitta non ha pregiudicato la posizione delle leonesse, che però ora non possono più sbagliare se vogliono preservare non solo la prima posizione ma l’accesso diretto ai Quarti di Coppa Italia: solo due i punti di vantaggio su Trento, tre su Busto Arsizio. Avversario di giornata al Centro Pavesi il Club Italia, superato domenica scorsa da Sassuolo. La schiacciatrice e vice capitana Alice Pamio commenta il prossimo appuntamento della Valsabbina: “Per noi ora è importante non perdere di vista il nostro obiettivo a lungo termine. La squadra lavora con qualità e sa cosa vuol dire il sacrificio: questo deve rimanere sempre il nostro mantra. Il Club Italia è composto da giovani talenti che hanno tante qualità tecniche e alte potenzialità, noi però forse (pur essendo molto giovani) possiamo mettere in campo un po’ di esperienza in più. Giocare al Pavesi non è mai facile, ma affrontare questa gara con la giusta dose di serenità e consapevolezza sarà la chiave!”. Questa invece la dichiarazione della schiacciatrice azzurra Giulia Viscioni: “Sapevamo in partenza che avremmo fatto fatica e abbiamo la consapevolezza di poter competere con tutte le formazioni nel momento in cui riusciamo a sfruttare i nostri punti di forza tecnici, non potendo contare sull’esperienza o sulla tattica. Brescia è una formazione che ha un livello di gioco superiore ad altre squadre. Ha tante individualità ma, a fare la differenza, è sicuramente la forza del gruppo. Considerando che siamo una formazione giovane e siamo all’ultimo posto in classifica, forse le nostre avversarie potrebbero sottovalutarci, ma sono fiduciosa perché abbiamo dimostrato di potercela giocare anche con le squadre più ambiziose”.

La D&A Esperia Cremona attende al PalaRadi la LPM BAM Mondovì per uno scontro cruciale per la qualificazione in Coppa Italia. Quarte con 16 punti, le pumine sarebbero praticamente certe della qualificazione con una vittoria piena, mentre al contrario Cremona, sesta con 14, ha necessità di raccogliere punti per allontanare le ambizioni soprattutto di Olbia. Sarde che nella scorsa giornata hanno inflitto una dura sconfitta al tie-break a Mondovì, mentre le tigri non hanno strappato neanche un set a Busto Arsizio. Ex dell’incontro Sofia Ferrarini e Laura Pasquino, che hanno vestito nella scorsa stagione la maglia monregalese con cui hanno sfiorato la promozione nella massima serie, sotto la guida del confermato coach Matteo Solforati. Presenta l’incontro Anna Piovesan: “La gara di sabato è stata sicuramente un ottimo test per tutte, sia fisico che mentale, non siamo però riuscite a trovare un ritmo che ci permettesse di dare fastidio in modo significativo all’avversario, bravissime le ragazze di Busto a imporre il loro gioco. Ripartiremo sicuramente dal gruppo, ciò che finora ci ha sempre portato risultati è il lavoro di squadra e per la partita di sabato siamo tutte super cariche!”. Capitan Bisconti per Mondovì: “Sicuramente c’è del rammarico per la scorsa partita, ma in un certo sento anche la consapevolezza di aver avuto la possibilità di portarci a casa i tre punti. Sabato ci aspetta una partita molto simile a quella di Olbia. Guardare la classifica, a mio parere, non è mai produttivo, ma arrivati a questo punto è ovvio che un pensiero alla classifica c’è: per entrambi saranno punti molto importanti. L’approccio sarà il medesimo che abbiamo avuto ad Olbia, ma la conclusione però deve essere diversa, a tutti i costi”.

Dopo il perentorio 3-0 alla capolista Brescia, la Tecnoteam Albese Volley Como tenterà di regalarsi la settimana perfetta tra le mura del PalaFrancescucci sfidando la Futura Giovani Busto Arsizio, terza in classifica. Un match straordinario quello delle ragazze di coach Chiappafreddo, capaci di approfittare dei passaggi a vuoto delle bresciane per guadagnare tre punti importantissimi in ottica Coppa Italia. Ma per credere nell’impresa servirà un’altra prestazione da ricordare, visto che al momento le comasche sono a -4 dal sesto posto occupato da Cremona. Le bustocche nel frattempo non staranno di certo a guardare: dimenticata la sconfitta contro Trento e archiviato il successo proprio contro l’Esperia, le ragazze di coach Amadio puntano ad entrare nei primi due posti per approdare direttamente ai Quarti di Coppa Italia. Un incontro amarcord per diverse giocatrici di Albese: da capitan Veneriano a Gallizioli, da Pinto a Nicolini. Coach Chiappafreddo chiede alle ragazze di dimenticare la vittoria della scorsa giornata: “Ci aspetta una partita importante, bisogna pensare a Busto. Un avversario certamente complicato, con una squadra fatta per fare il salto di categoria. Dobbiamo osare e forzare, giocare con la mente sgombra come contro Brescia e cercare di portare a casa il risultato. Secondo me i tifosi di Casnate possono essere il nostro giocatore in più. Ci hanno sempre dato la spinta giusta, lo faranno anche domenica. A loro il nostro grande grazie per il sostegno”. MVP della scorsa partita, per le cocche parla Arciprete: “Domenica sarà certamente una gara impegnativa, in cui dovremo lottare su ogni pallone per portare a casa il risultato. Dovremo essere brave a guardare sempre noi stesse, pensare a quello che vogliamo fare e imporre il nostro gioco restando sempre lucide e concentrate. Albese arriva da una bella vittoria, così come anche noi, penso che sarà una bella sfida tra due squadre che vorranno entrambe continuare su questo binario. Stare ferma 20 giorni è stata dura, mi mancava molto l’adrenalina della gara e adesso mi godo ogni momento in campo con le mie compagne”.

Ha decisamente cambiato marcia l’Itas Trentino che, dopo un avvio stentato, ha infilato sei successi consecutivi che l’hanno portata al secondo posto, a -2 dalla vetta occupata da Brescia. Nelle ultime due giornate del girone d’andata, l’obiettivo delle ragazze di coach Saja sarà blindare il secondo posto, soprattutto dalle mire di Busto Arsizio, per garantirsi l’accesso diretto ai quarti di finale di Coppa Italia. Il primo ostacolo sarà rappresentato dall’Orocash Lecco, che, nonostante la sconfitta di settimana scorsa contro Offanengo, ha già dimostrato fin qui di non essere un team da sottovalutare: i tre punti strappati dalle sfide contro Busto e Sassuolo parlano da sé. Le lecchesi sono a -4 dal sesto posto di Cremona, per sperare in un posto tra le migliori sei è obbligatorio strappare punti già da questo turno. “La prestazione di domenica è stata di grande spessore e impegno, entrambe le squadre non volevano assolutamente perdere. Peccato per il finale – precisa Gianfranco Milano, primo allenatore di Lecco -. Ora ci prepariamo ad affrontare l’itas Trentino, che è in serie positiva. Avremo di fronte una bella formazione, ma sappiamo di avere tutti gli strumenti per poterla mettere in difficoltà”. “Domenica andremo a Lecco ad affrontare una squadra che, seppur in questo momento della stagione occupi la nona posizione in classifica, ha saputo portare al tie-break una squadra quotata come Busto Arsizio e ha saputo vincere contro una formazione di qualità come Sassuolo – dichiara l’allenatore dell’Itas, Stefano Saja –. La rosa del Picco Lecco è un interessante mix di giocatrici esperte e abili in seconda linea e di giovani molto fisiche con buone doti in attacco. Hanno sempre lottato in ogni gara, per noi quindi sarà, ancora una volta, una partita da approcciare con determinazione e lucidità”.

Continuare a macinare gioco e punti per dar continuità al cammino. Dopo aver interrotto la striscia di quattro sconfitte a fila, la Chromavis Eco DB Offanengo si appresta a vivere il secondo match casalingo consecutivo ospitando la BSC Materials Sassuolo. Teatro della sfida, il PalaCoim di Offanengo che domenica scorsa ha visto le neroverdi piegare 3-2 Lecco. A fare il punto della situazione è la palleggiatrice bolognese Giulia Galletti, ex Sassuolo: “Vincere sicuramente è sempre bello, a maggior ragione dopo quattro sconfitte consecutive. Spuntarla in una partita come quella contro Lecco ci ha dato tanta fiducia in noi stesse. Sassuolo è una squadra che è partita bene, disputando una buona prima parte di campionato. Non molla e lo ha dimostrato con i numerosi tie break giocati. Per noi sarà importante non mollare mai e stare in partita più tempo possibile; sarà una tappa importante per continuare il nostro percorso di crescita. Forte dalla vittoria di sette giorni fa contro il Club Italia, le biancoazzurre hanno invece l’obiettivo di proseguire il proprio percorso di crescita e di consolidare la posizione in classifica in ottica Coppa Italia, con le sassolesi al momento quinte. A presentare il match è coach Venco: “In queste settimane stiamo lavorando tanto su di noi, sia dal punto di vista fisico con il nostro preparatore e con il nostro fisioterapista, sia dal punto di vista tecnico: il nostro è un gioco particolarmente dispendioso dal punto di vista fisico e stiamo lavorando per gestirlo al meglio. In palestra stiamo lavorando intensamente, stiamo facendo tanta fatica ma stiamo facendo bene. Penso che da qui alla fine di dicembre, questa sarà il nostro lavoro: concentrarsi su di noi, senza pensare troppo all’avversario per ritrovare il prima possibile il nostro gioco ai suoi massimi livelli”.

Le ultime possibilità di accesso in Coppa Italia per l’Emilbronzo 2000 Montale passano dalla sfida contro la Volley Hermaea Olbia, che, settima in classifica, a sua volta spera in una vittoria per tentare il sorpasso su Esperia, distante un solo punto. Il capitano Elena Fronza fa il punto per le nerofucsia dopo la sconfitta contro Trento della scorsa settimana: “A Trento abbiamo lasciato il campo con sensazioni contrapposte. Da una parte la consapevolezza di aver dato del filo da torcere a una delle squadre più attrezzate e strutturate per fare il salto di categoria, dall’altra il non essere riuscite a sfruttare le situazioni positive o di vantaggio che eravamo riuscite a crearci. Ci è mancato quel pizzico di cinismo che cerchiamo dall’inizio della stagione, ma non sempre siamo riuscite a trovare. Abbiamo cominciato questa stagione consapevoli del fatto che il nostro girone fosse composto da diverse squadre pensate per fare una stagione di vertice, e potesse essere molto tosto per noi neopromosse. Nei momenti decisivi questa differenza di obiettivo si vede, ma sono convinta che il nostro organico al completo, possa essere una spina nel fianco per tutte le formazioni, anche perché lo abbiamo dimostrato, purtroppo non con continuità, in tutte le partite”. Le aquile tavolarine approcciano la sfida con fiducia dopo gli ultimi due punti conquistati davanti al pubblico amico: “Siamo felici di aver portato a casa la vittoria contro una squadra quotata come Mondovì – afferma il capitano dell’Hermaea Sara Tajè – tolto il terzo set si è trattato di una buona prestazione. Siamo state lucide nella chiusura dei set. A Montale mi aspetto una bella partita abbiamo entrambe bisogno di punti. Dovremo partire con l’atteggiamento giusto e cercare di imporre il nostro gioco restando focalizzate sull’obiettivo. Stiamo crescendo, e in ogni allenamento si notano dei passi in avanti. Ora non ci resta che dimostrarlo anche a Montale”.

GIRONE B
Torna tra le mura amiche del PalaBellina la Seap-Sigel Marsala, pronta ad affrontare l’Itas Ceccarelli Martignacco. Capitan Serena Moneta e compagne sono chiamate ad incrementare il bottino in classifica a due giornate dal termine del girone, anche per dare seguito alla larga vittoria contro la Perugia. La qualificazione in Coppa Italia è appesa ad un filo, visti i cinque punti di distanza dalla sesta in classifica Montecchio, ma è imperativo tentare il tutto per tutto. L’Itas arriva invece all’impegno isolano dopo i k.o. incassati al tie-break di fronte alle corazzate Soverato e San Giovanni in Marignano, risultati agrodolci che, ad ogni modo, han rafforzato la consapevolezza delle friulane nei propri mezzi. A parlare per Martignacco è la palleggiatrice biancoblu Ilaria Granieri: “Abbiamo capito che, giocando bene come sappiamo di poter fare, siamo in grado di portare a casa punti anche contro squadre toste. Il nostro focus ad oggi sta nel migliorare quelle piccole cose che potrebbero non essere andate nelle ultime due partite. In ogni caso, posso dire a nome di tutte che il gruppo è carico per questa ulteriore trasferta siciliana! Certo è che, come ad ogni partita, l’avversaria non va assolutamente sottovalutata: Marsala, in tal caso, non fa eccezione. Dovremo essere brave ad affrontare sin da subito la sfida col piglio giusto”.

Unica squadra imbattuta in tutti e due i campionati di Serie A, la Roma Volley Club non sembra avere rivali nel Girone B: l’ultima a cadere è stata Montecchio, con un netto 3-0 che non ha lasciato spazio ad interpretazioni. A tentare l’impresa di strappare il primo punto alla compagine giallorossa ci sarà questo weekend l’altra squadra veneta, l’Anthea Vicenza Volley, che conserva ancora una piccola speranza di accedere in Coppa Italia, a -4 dall’ultimo posto occupato proprio dalle cugine vicentine. Giuseppe Cuccarini presenta così l’incontro: “Le nostre prestazioni sono state contraddistinte tutte da un livello molto alto. Quello che le atlete fanno tutti i giorni in allenamento aiuta poi la domenica a superare i momenti di difficoltà, come avvenuto nel match con Montecchio. Nonostante la capacità delle avversarie di murarci e difenderci in maniera molto positiva, alla fine è venuto fuori ancora una volta un risultato molto netto. Vicenza è una squadra che ha sempre combattuto in campo e sono sicuro lo farà anche contro di noi. Cercheranno di dare il loro meglio. D’altro canto, è quello che faremo anche noi. Affronteremo questa partita come abbiamo sempre fatto, col massimo della concentrazione e attenzione”. “Roma è una squadra con tante luci e con poche ombre, proveremo a lavorare sui loro difetti ma al contempo mettendo il focus sulle nostre qualità – dichiara invece coach Iosi – Un concetto che non vorremmo passasse è che non abbiamo nulla da perdere, perché mi sembra un contesto che non permette di esprimere la propria pallavolo e la consapevolezza di ciò che si è. Roma si presenta da sé, con il roster allestito e il cammino fin qui percorso. Numeri e nomi sono dalla loro parte, ma se dovessero abbassare il ritmo dovremo avere l’abilità di implementare il livello del nostro gioco. Difendere tanto, giocare oltre il punteggio e rimanere ancorati sulle nostre potenzialità: queste alcune cose che cercheremo di fare, poi se sarà abbastanza lo dirà il campo”.

A soli due punti dal secondo posto, la CDA Talmassons vede da molto vicino la possibilità di evitare il primo turno di Coppa Italia. Per provare a scavalcare Soverato e San Giovanni, sarà però tassativo prendere tutti i punti a disposizione nella sfida contro l’Assitec Volleyball Sant’Elia, al momento penultima e senza successi all’attivo. La formazione laziale arriverà dunque molto agguerrita al match di domenica, con una forte volontà di conquistare punti importanti. Dal canto loro invece, le friulane non vogliono fermarsi più: le ragazze di coach Barbieri arrivano al match dopo tre vittorie consecutive, due contro le dirette rivali Soverato e Montecchio. Presenta l’incontro coach Barbieri: “Noi stiamo bene, queste vittorie nette danno consapevolezza e cementano il gruppo. Per quanto riguarda Sant’Elia, è una squadra molto forte in attacco perché ha un parco di attaccanti veramente importanti. Una squadra difficile da leggere perché ha cambiato molto in queste partite. Hanno disputato cinque tie-break perciò è una squadra che dimostra di avere fisico e gambe, quindi dovremo essere molto determinati. La catena muro-difesa soprattutto dovrà funzionare bene per contrastare i loro attaccanti, dovrà funzionare tutto il sistema. Ci stiamo lavorando in questi giorni, concentrate e consapevoli delle difficoltà che possiamo avere, ma fiduciose di portare a casa punti anche domenica”. “Siamo state fortunate ad avere la pausa in questo momento del campionato dove, purtroppo, le cose non stavano girando molto bene. Abbiamo avuto modo di lavorare sodo – ha detto Asja Cogliandro, centrale dell’Assitec Volleyball – Da questa gara mi aspetto di mettere in pratica quello che abbiamo fatto in queste due settimane di lavoro cercando di ridurre al minimo gli errori. Sicuramente Talmassons è una buonissima squadra, in grado di poter fare molto bene, però ogni partita ha una storia a se. Ci sarà da combattere come ogni domenica e la nostra voglia di riscatto è tanta”.

Viene da quattro successi di fila l’Omag-MT San Giovanni in M.no, due dei quali contro diretti rivali come Talmassons e Martignacco. Un momento di forma straordinario per le romagnole, che attendono per il prossimo turno la Desi Shipping Akademia Messina, già esclusa dalla corsa alla Coppa Italia. Le siciliane sono reduci da due sconfitte per 3-0 contro Roma e Talmassons, ma nell’ultimo match fuori casa hanno fatto sudare le proverbiali sette camicie a Montecchio, cedendo solo al tie-break. Coach Barbolini presenta così la sfida: “La classifica ci impone di fare punti e, a prescindere dalla Coppa Italia alla quale teniamo e che sicuramente rimane un traguardo importante, adesso il nostro obiettivo è di giocare bene, di imporre il nostro gioco, per portare a casa punti e vittoria. L’aspetto della classifica riferito alla Coppa Italia non ci mette pressione ma stimoli. Domenica affrontiamo Messina, una squadra alla sua prima esperienza in A2, allenata da un tecnico esperto. E’ un team che ha voglia di rimanere in questa categoria e di dimostrare di poterci stare per cui, come le altre squadre arrivate a S. Giovanni, cercherà di fare il meglio possibile e di metterci in difficoltà”. “Il momento non è sicuramente semplice. Perdere non aiuta ad acquisire sicurezza nei propri mezzi – cosi coach Breviglieri analizza il momento della squadra – La squadra ora deve compattarsi ed ognuno sta lavorando per cercare di colmare da un punto di vista tecnico quel gap che ci divide dalle squadre in zona salvezza. Come nelle ultime partite ci aspetta una squadra dalle individualità importanti e forte fisicamente, che ha un trascorso e risultati degni di nota in questa categoria. Il nostro obiettivo è e rimane quello di conquistare quanto prima punti salvezza contro chiunque”.

Le due sconfitte contro Talmassons e Roma hanno rallentato un po’ il cammino dell’Ipag S.lle Ramonda Montecchio, che in due settimane è passata dal secondo posto al sesto. Attesa al PalaFerroli un’altra squadra che occupa le prime posizioni, la Volley Soverato che sta impressionando in questa prima fase di campionato. Sicuramente una delle migliori partite del weekend, che metterà di fronte due attaccanti di razza come Korhonen e Angelina, rispettivamente quinta e settima nella classifica delle top scorer con 160 e 156 punti. “Soverato è una squadra che fa pochissimi errori – analizza la capitana Marianna Maggipinto – e spero perciò che dimostreremo come squadra di aver fatto un passo in avanti. Dobbiamo avere più pazienza, qualità che in alcune gare abbiamo un po’ trascurato. Dovremo essere concentrate da primo all’ultimo punto, spezzando il gioco quando servirà e trovando soluzioni che ci permettano di uscire dai momenti di difficoltà. È molto bello tornare al Palaferroli, anche perché in dicembre questa sarà l’unica volta in cui giochiamo in casa. Siamo contente, avere il fattore campo dalla nostra parte è importante”.

VOLLEYBALL WORLD TV
Tutte le gare del Campionato di Serie A2 sono disponibili in simulcast su Youtube di Volleyball World e in live streaming su VBTV con telecronaca in italiano. Due gli abbonamenti disponibili: annuale a 74,99 € e mensile a 7,99 €.
SERIE A2
10° GIORNATA
GIRONE A
Sabato 10 dicembre ore 16.00
Club Italia – Valsabbina Millenium Brescia Arbitri: Nava-Galletti
Sabato 10 dicembre ore 17.30
D&a Esperia Cremona – Lpm Bam Mondovi’ Arbitri: Russo-Lentini
Domenica 11 dicembre ore 17.00
Tecnoteam Albese Volley Como – Futura Giovani Busto Arsizio Arbitri: Licchelli-Clemente
Orocash Lecco – Itas Trentino Arbitri: Usai-Magnino
Chromavis Eco Db Offanengo – Bsc Materials Sassuolo Arbitri: Polenta-D’Amico
Domenica 11 dicembre ore 18.30
Emilbronzo 2000 Montale – Volley Hermaea Olbia Arbitri: Pasin-Marigliano

GIRONE B
Domenica 11 dicembre ore 16.00
Seap-Sigel Marsala – Itas Ceccarelli Martignacco Arbitri: Guarneri-Giorgianni
Domenica 11 dicembre ore 17.00
Roma Volley Club – Anthea Vicenza Volley Arbitri: Capolongo-Lanza
Cda Talmassons – Assitec Volleyball Sant’Elia Arbitri: Lorenzin-Pasquali
Omag-Mt San Giovanni In M.No – Desi Shipping Akademia Messina Arbitri: Giglio-Pernpruner
Ipag S.Lle Ramonda Montecchio – Volley Soverato Arbitri: Sabia-Angelucci
Riposa: 3M Perugia

LE CLASSIFICHE
GIRONE A
Valsabbina Millenium Brescia 22 (7 – 2); Itas Trentino 20 (6 – 3); Futura Giovani Busto Arsizio 19 (7 – 2); Lpm Bam Mondovi’ 16 (5 – 4); Bsc Materials Sassuolo 15 (5 – 4); D&a Esperia Cremona 14 (4 – 5); Volley Hermaea Olbia 13 (5 – 4); Tecnoteam Albese Volley Como 10 (4 – 5); Orocash Lecco 10 (3 – 6); Emilbronzo 2000 Montale 9 (3 – 6); Chromavis Eco Db Offanengo 8 (3 – 6); Club Italia 6 (2 – 7);

GIRONE B
Roma Volley Club 24 (8 – 0); Volley Soverato 17 (6 – 2); Omag-Mt San Giovanni In M.No 16 (6 – 2); Cda Talmassons 15 (5 – 3); Itas Ceccarelli Martignacco 15 (5 – 3); Ipag S.Lle Ramonda Montecchio 14 (5 – 3); Anthea Vicenza Volley 10 (4 – 4); Seap-Sigel Marsala 9 (3 – 5); Desi Shipping Akademia Messina 7 (2 – 7); Assitec Volleyball Sant’Elia 5 (0 – 8); 3m Pallavolo Perugia 3 (1 – 8).

Lega Femminile