A2F> Imprese di Lecco e Albese, Sassuolo rimonta Offanengo.

Super Montale contro Olbia.

Nel Girone B stecca solo Soverato tra le big, cedendo a Montecchio. Successi per Roma, San Giovanni, Talmassons e Martignacco

Una domenica dai risultati sorprendenti per il Campionato di Serie A2. Nel Girone A in particolare succede di tutto: una clamorosa Lecco rimonta due set alla vice capolista Trento vincendo al tie-break, stesso andamento per Sassuolo che sbanca il PalaCoim di Offanengo. Ma a cadere sono anche Olbia, che viene superata 3-1 da Montale, e Busto Arsizio, che con lo stesso risultato cede ad un’incredibile Albese. In ottica Coppa Italia, Brescia festeggia già certa dei quarti, mentre a Trento basterà un punto nell’ultima giornata. Già certe di un posto Busto Arsizio, Mondovì e Sassuolo, mentre l’esaltante corsa all’ultimo posto si deciderà domenica prossima: in corsa Cremona (14), Albese (13), Olbia (13), Lecco (12) e Montale (12).

Nel Girone B, giornata di 3-0, già decise le sei partecipanti alla Coppa Italia. Roma continua a fare il vuoto grazie al successo su Vicenza, mentre Soverato (17), seconda fino a oggi pomeriggio, finisce sesta perdendo nettamente contro Montecchio (17). Sale a 19 punti, dietro la capolista, San Giovanni, vittoriosa contro Messina, mentre a 18 le cugine Talmassons e Martignacco, che superano Sant’Elia e Marsala.

GIRONE A
Un bis esaltante, che ha emozionato il pubblico del PalaFrancescucci. Una ottima Tecnoteam Albese Volley Como supera 3-1 la Futura Giovani Busto Arsizio dopo un derby molto ben giocato e ricco di emozioni. Albese si ripete dopo la bellissima prestazione contro Brescia, stavolta sono le “cugine” di Busto a fermarsi sul terreno di Casnate, ora diventato autentico fortino di coach Mauro Chiappafreddo. Albese ha tenuto sempre un grande ritmo e non ha mai fatto calare l’intensità offensiva. Perfette tutte le giocatrici, MVP di serata la centrale Gallizioli con i suoi 17 punti, al pari di una Cassemiro stellare, mentre Nardo ne ha fatti 19. Top scorer ma senza sorriso Elisa Zanette, che chiude con 21 punti, mentre Member-Meneh si ferma a 14. La MVP di serata, Michela Gallizioli: ”Sono felicissima di questa vittoria, diciamo che è stato il frutto del lavoro in palestra durante la settimana. I sacrifici ci stanno portando ottimi risultati. Ci abbiamo creduto, volevamo vincere. Siamo contente, ci volevano queste vittorie“. Anche coach Chiappafreddo raggiante per il risultato:”Molto contento anche per il sostegno del pubblico. Ottima qualità delle ragazze, ottimo il muro-difesa stasera. Bravissime tutte, mi è piaciuta la voglia di vincere fin dal primo minuto e la concentrazione nei momenti decisivi”. Fa i complimenti Daris Amadio: “Complimenti ad Albese per la gara per come ha battuto, difeso e contrattaccato. Noi a partire dalla battuta siamo stati poco incisivi e abbiamo commesso troppi errori in difesa anche nel terzo set quando avevamo trovato la parità nel secondo. Stavamo andando bene nel terzo con il vantaggio ma abbiamo commesso poi troppi errori e ingenuità e quello ti costa poi nel finale. Brava Albese, ottima squadra, come ho sempre detto che adesso sta prendendo piede con il loro campionato vero. Dal canto nostro dobbiamo lavorare veramente tanto tanto tanto”.
L’Orocash Lecco conquista una vittoria straordinaria rimontando dallo 0-2 niente di meno che la Itas Trentino, seconda forza del campionato e reduce da sei successi consecutivi. Una sfida all’ultimo respiro, in cui a spuntarla è proprio la formazione di casa che strappa due punti che valgono oro in classifica vincendo per 3 set a 2. Le biancorosse partono male e faticano a entrare in partita, complice il muro trentino che non lascia passare un attacco. Il primo parziale è tutto delle ospiti che chiudono 25 a 16. Il secondo set è sulla linea gara sembra scritta a favore delle ospiti, ma Lecco cambia passo. Il terzo parziale vede un gioco molto ordinato ed efficace. Le biancorosse recuperano un piccolo tesoretto nel corso set e chiudono 25-23. Si riapre così sorprendentemente il match, con Lecco che gioca tutte le palle al meglio chiudendo ancora 25-23. L’occasione fa l’uomo ladro ed ecco che, in una serata certamente da ricordare, le ragazze di coach Milano completano la rimonta vincendo anche la quinta frazione per 15-13. Straordinaria Martina Bracchi, MVP con 28 punti, che vince anche il confronto diretto con Dehoog, che si ferma a 25. Estasiato Gianfranco Milano: “Siamo contenti delle emozioni che abbiamo trasmesso. Contro di loro era complicato giocare: hanno un buon muro e un’ottima difesa. Nella prima parte di gara non ci abbiamo capito molto, poi ci siamo adeguate. Siamo riuscite a tenere le loro attaccanti e il nostro agonismo ha fatto la differenza”. Amareggiato coach Saja: “Abbiamo puntato molto sulla battuta, con un ottimo muro e difesa. Nel terzo set è calata la battuta, ma è salita l’intensità di difesa di Lecco e ci siamo irrigiditi. Verso la fine, Bracchi ha fatto la differenza”.

Vittoria in rimonta per la Bsc Materials Sassuolo, che espugna al quinto set il PalaCoim piegando la Chromavis Eco DB Offanengo dopo esser stata sotto 2-0. Per le neroverdi cremasche, secondo tie-break consecutivo e stagionale, ma dall’esito speculare a quello di domenica scorsa contro Lecco. Offanengo ha assaporato il profumo dell’impresa, arrivando avanti di due set e 23-23 nel terzo, poi non è riuscita a chiudere, con le emiliane che hanno preso coraggio risalendo la corrente fino al 15-11 finale (con quattro match point annullati da Offanengo sul 14-7). Per le lombarde, altra prestazione maiuscola dell’opposta Martina Martinelli (28 punti), mentre MVP è risultata la giovane centrale ospite Linda Manfredini (16 punti), con Sassuolo che ha tratto giovamento dalla fase break (muro-difesa più battuta efficace tra quarto e quinto set) per ribaltare l’incontro. Chiaramente amareggiato coach Bolzoni: “Nei primi due set abbiamo avuto l’atteggiamento giusto. Poi, appena l’avversario è tornato a giocare, ci siamo trovate in difficoltà e si è ripetuta la partita vista due settimane fa. In questo, non abbiamo imparato la lezione contro il Club Italia. L’atteggiamento viene prima di tutto, siamo state altalenanti e dal punto di vista tecnico non possiamo vincere una partita con un attaccante solo. Sassuolo è stata più brava di noi a cambiare qualcosa e a trovare soluzioni”. Questo invece il commento dell’MVP Manfredini: “Siamo partite un po’ spente e lente, nel muro-difesa abbiamo faticato un po’ a prendere le misure, poi siamo riuscite a cambiare marcia nel nostro gioco alzando il ritmo e da lì è iniziata la nostra rimonta che ci ha portato alla vittoria al tie break. La mia prestazione personale? Sono contenta, anche perché è il primo premio MVP che ricevo”.

Prima il grande spavento, poi l’incontenibile gioia. L’Emilbronzo 2000 Montale festeggia ancora davanti al pubblico del PalaMagagni vincendo 3-1 contro la Volley Hermaea Olbia. Una partita che inizia male, perché dopo un set gestito nel migliore dei modi, le padrone di casa si fanno rimontare dalle sarde proprio sul finale della prima frazione, cedendo infine ai vantaggi 27-29. Ma invece di abbattersi, le ragazze di coach Ghibaudi trovano la forza di reagire, dominando i successivi due tempi e prendendosi di prepotenza il quarto parziale, rimontando lo svantaggio sul finale e chiudendo 25-23. Prova maiuscola di tutta la squadra, in cui brilla soprattutto una Visintini straordinaria da 28 punti, che precede in tabellino Frangipane con 18 e Zojzi con 17. L’MVP va però all’ottima libero Bici, che termina la gara con l’84% di efficienza in ricezione e alcune ottime difese. Per la squadra di coach Guadalupi, ancora priva di Bridi, non bastano i 24 punti di Bulaich-Simian. Le parole della centrale Angelini, all’esordio contro la sua ex squadra: “Tre punti preziosissimi, siamo state brave nei momenti importanti, cosa che è mancata nelle ultime uscite. Un esordio di stagione bellissimo per me. C’è stata più sinergia oggi, siamo state molto squadra: ho percepito l’energia di tutte le compagne, mi sono divertita molto stasera. Adesso una partita ostica contro Brescia, ma daremo il nostro meglio”. Così coach Guadalupi: “Abbiamo riacciuffato il primo set per i capelli, loro si erano portate avanti ma siamo riuscite a rimontare con un buon turno in battuta. Non siamo state ai nostri livelli per tutta la partita, murando e difendendo male. Oggi ho visto la squadra bloccata e molto nervosa, ha provato di cattiveria a riaprirla ma commettendo molti errori. Ci servirà come bagno d’umiltà, cercheremo di lavorare su quello che non ha funzionato”.

GIRONE B
Non basta una bella partita alla Seap-Sigel Marsala per avere la meglio sull’eccellente Itas Ceccarelli Martignacco che, al PalaBellina, chiude i conti 0-3. Una sconfitta che mette la parola fine alle speranze di Coppa Italia delle siciliane, mentre rinforza la posizione delle friulane anche in ottica incroci con il Girone A. Un match molto più equilibrato di quanto non dica il risultato, visto che le ragazze di coach Bracci sono arrivate più volte vicine a riaprire la partita, soprattutto con la grande rimonta nel terzo parziale, grazie anche alla giornata di grazia di Salkute, che chiude con 21 punti. A fare la differenza la forza, soprattutto mentale, delle atlete di coach Gazzotti, che nonostante i finali punto punto non tremano e portano a casa l’intera posta in gioco. Ancora sugli scudi le attaccanti Sironi e Wiblin, che mettono a referto 15 punti a testa, così come l’altra banda Cortella, in doppia cifra anche lei con 11 punti. Questo il commento di coach Bracci: “La squadra ha mostrato un’anima stasera. Una sconfitta demeritata per il risultato tondo, ma non per quello che ha espresso la partita. Il perchè è presto detto: abbiamo registrato punteggi sopra i venti punti in tutti e tre i parziali. Siamo mancati in diverse circostanze di gioco. Dobbiamo ripartire da quella rincorsa nel terzo venuta fuori dal nulla, sicuramente dall’orgoglio sfoderato di non lasciare la presa sulla gara”. La dichiarazione di coach Gazzotti: “Non mi reputo particolarmente contento della nostra prestazione globale, condita da errori che potevano costarci caro. Non abbiamo capitalizzato a dovere la mole di gioco prodotta. Nonostante il risultato parli chiaro, siamo riuscite a vincere solo perché abbiamo commesso meno errori sui finali di set rispetto all’avversaria. Stavamo compromettendo un terzo set che non è stato in discussione, sarebbe stato un peccato protrarre oltre i giochi”.

La Roma Volley Club inanella la sua nona vittoria consecutiva, in altrettanti match disputati, dominando per 3-0 nella sfida contro l’Anthea Vicenza Volley, valevole per la decima giornata di regular season. Al Palazzetto dello Sport di Guidonia Montecelio, le giallorosse guidate da coach Cuccarini hanno espresso un gioco redditizio riuscendo, in poco più di un’ora di gioco, a portare dalla loro altri tre punti preziosi per inseguire l’obiettivo promozione. Nel primo set, le romane partono bene con Vicenza che riesce a contenere l’offensiva, senza però trovare le soluzioni per fermarla. Nei restanti due, la compostezza a muro e le ottime percentuali al servizio delle padrone di casa non hanno permesso alle ospiti di replicare, anticipandone la disfatta. Una vittoria fatta di numeri, come quelli di Bianchini, MVP e mattatrice dell’incontro con 16 punti messi a referto, affiancata dai 13 punti di Bici. Fra le file vicentine la miglior realizzatrice è stata Kavalenka (10 punti). Queste le parole dell’MVP: “È stata una bellissima emozione perché comunque abbiamo giocato contro una squadra che non ha mollato fino alla fine: nei primi due set c’è stata parecchio attaccata. Siamo state comunque brave noi a imporre il nostro gioco sin da subito e a portarci a casa questi tre punti importantissimi. Ho fatto ricordo spesso a colpi, per così dire, di esperienza, altri modi quindi per mettere la palla a terra e passare muri piuttosto alti”. Il pensiero di coach Iosi: “Il primo set l’abbiamo giocato con grande attenzione prestando il massimo delle nostre peculiarità di gioco sulla qualità dell’avversario. Abbiamo provato ad arginarle, ma soprattutto a fare quello che era la nostra disponibilità di gioco. A margine direi che abbiamo pagato la mancanza di concentrazione per un tempo diffuso, senza nulla togliere alla qualità di Roma che ha organico, qualità dentro il campo, in panchina. Se dovessi fare un’analisi, mi piacerebbe che Vicenza fosse più brava a prestare attenzione alle proprie dinamiche di gioco, a ridurre dove può la soglia dell’errore e a non agevolare squadra che soglie di errore ne hanno molte poche”.

Prosegue il momento d’oro della Cda Talmassons: davanti al proprio pubblico, le friulane regolano 3-0 l’Assitec Volleyball Sant’Elia, infilando la quarta vittoria consecutiva. Partita combattuta ed equilibrata tra le due formazioni, con le ciociare in particolare che hanno mostrato tutta la voglia di ottenere il primo successo in campionato, trovando però di fronte un avversario semplicemente superiore. La ricezione delle padrone di casa è sicuramente il fondamentale che ha fatto la differenza: 71% di efficienza per le ragazze di coach Barbieri, contro il 44% delle avversarie. Poi, nei fine set punto a punto, decisive le prestazioni delle attaccanti di Talmassons: 13 punti per Costantini (5 muri) e Milana, 11 per l’MVP Rossetto e Taborelli. Non bastano il ritorno da titolare di Dzakovic (10) e i 14 punti di Botarelli a Sant’Elia. Il commento di Barbieri: “In questa partita abbiamo fatto benissimo a muro anche quando loro hanno alzato la qualità dei colpi. È stata una partita dai due volti, per un set e mezzo bene a muro e per un set e mezzo bene in difesa. Grande prova di maturità delle ragazze, solo nel terzo set che eravamo avanti abbiamo gestito male un paio di situazioni, ma Sant’Elia è una squadra in crescita che darà filo da torcere a molti. Finora per noi c’è un bilancio assolutamente positivo, siamo contenti soprattutto per la squadra che si è vista crescere nel gioco, ma pensò che abbiamo ancora margine e che non siamo arrivati al massimo”.

Continua la marcia della OMAG-MT San Giovanni in M.no, e soprattutto prosegue l’effetto Palamarignano: il palasport, per il girone di andata, rimane inviolato. Si tornerà nel 2023 con la seconda gara del girone di ritorno con l’avversaria capolista, e ancora imbattuta, Roma. Nella sfida contro la Desi Shipping Akademia Messina, vinta agevolmente in tre parziali, merita una menzione Bolzonetti che, con una prestazione importante, mette a referto 19 punti e il 52% in attacco con ben 2 aces. Molto bene anche Perovic con 14 punti personali e il 38% a rete, premiata a fine match con una targa per aver raggiunto i 200 punti in campionato. Non basta tra le fila ospiti la prestazione positiva di Ebatombo autrice di 14 punti con il 31% in attacco. MVP di giornata è la regista Alice Turco vero metronomo di squadra. Il pensiero finale di coach Barbolini: “È stata una gara che, a differenza di quello che può dire la classifica, sapevamo sarebbe stata complicata, perché Messina è una squadra “scorbutica”, nel senso che prova in tutti modi a metterti in difficoltà. In certi momenti abbiamo fatto un po’ fatica a trovare le contromisure perché ci siamo trovati di fronte a giocate anche in parte inaspettate. Comunque siamo stati bravi a non avvilirci quando abbiamo subito qualche punto, a mantenere alta l’attenzione e sappiamo che se facciamo bene il risultato poi arriva”. Così Marco Breviglieri: “Sicuramente stiamo vivendo un momento difficile. Questa per noi è la sesta sconfitta consecutiva e quindi è chiaro che quando si perde così tanto poi la fiducia viene meno sia nei propri mezzi sia nel lavoro in generale. Chiaramente noi siamo una squadra che deve lottare per la salvezza quindi ogni punto sarebbe importante è chiaro anche se questi sono campi difficili per noi. San Giovanni è una squadra molto esperta, ha un trascorso importante in serie A, però noi dobbiamo cercare di fare meglio anche con i tutti i limiti che abbiamo”.

Sorprendentemente a senso unico il match del PalaFerroli tra l’Ipag S.lle Ramonda Montecchio e la Volley Soverato. Non scendono in campo le calabresi di coach Chiappini, lasciando completa iniziativa alle padrone di casa, che certamente non si fanno pregare: 3-0 senza appello, contestato solo in alcuni frangenti del secondo set, ma con il primo parziale chiuso a 12 e il terzo a 17. Un risultato che dà nuova energia alle venete, dopo le due sconfitte consecutive contro Talmassons e Roma, assicurando anche la partecipazione alla Coppa Italia. La squadra di Marco Sinibaldi si fa preferire in tutti i fondamentali, dal muro alla battuta, mettendo in condizione di far male la solita Angelina, MVP e top scorer dell’incontro con 23 punti. Bene anche la compagna Mazzon (16), mentre capitan Giugovaz (10) è l’ultima a mollare per Soverato, in una serata pessima in attacco per Schwan (8 con l’11% di efficienza) e Korhonen (5 con il -10% di efficienza). Coach Marco Sinibaldi è soddisfatto: “Siamo contenti di com’è andata la partita questa sera. Non abbiamo espresso un’ottima pallavolo, ma siamo tornati un pochino sui nostri standard, rispettando le cose che ci eravamo detti e lavorando al servizio della squadra. Ogni giocatrice ha messo in campo un po’ della propria esperienza e delle proprie qualità: chi in attacco, chi in difesa, chi in ricezione. Siamo veramente felici di questo risultato e adesso andiamo a giocare l’ultima partita d’andata e poi tireremo le somme in vista del girone di ritorno”. Delusione per coach Chiappini: “Abbiamo sbagliato l’approccio e abbiamo fatto fatica a entrare in gara. Onestamente abbiamo giocato contro una squadra più forte, superiore in tutti i fondamentali, che ci ha controllato molto bene con la battuta muro difesa. Noi purtroppo abbiamo fatto fatica a trovare soluzioni in attacco. Del resto Schwan era reduce dall’influenza e l’abbiamo recuperata solo stamattina. Korhonen da sola era difficile che potesse performare in una situazione già complicata. Noi abbiamo provato a fare il nostro gioco, ma Montecchio non ce l’ha permesso. Ora guardiamo avanti alla prossima gara”.

VOLLEYBALL WORLD TV
Tutte le gare del Campionato di Serie A2 sono disponibili in simulcast su Youtube di Volleyball World e in live streaming su VBTV con telecronaca in italiano. Due gli abbonamenti disponibili: annuale a 74,99 € e mensile a 7,99 €.
SERIE A2
10° GIORNATA
GIRONE A
Sabato 10 dicembre ore 16.00
Club Italia – Valsabbina Millenium Brescia 0-3 (21-25, 17-25, 18-25)
Sabato 10 dicembre ore 17.30
D&a Esperia Cremona – Lpm Bam Mondovi’ 0-3 (19-25 18-25 19-25)
Domenica 11 dicembre ore 17.00
Tecnoteam Albese Volley Como-Futura Giovani Busto Arsizio 3-1 (25-16, 20-25, 28-26, 25-21)
Orocash Lecco-Itas Trentino 3-2 (16-25, 14-25, 25-23, 25-23, 15-13)
Chromavis Eco Db Offanengo-Bsc Materials Sassuolo 2-3 (25-12, 25-17, 23-25, 18-25, 11-15)
Domenica 11 dicembre ore 18.30
Emilbronzo 2000 Montale-Volley Hermaea Olbia 3-1 (27-29, 25-16, 25-17, 25-23)

GIRONE B
Domenica 11 dicembre ore 16.00
Seap-Sigel Marsala-Itas Ceccarelli Martignacco 0-3 (23-25, 21-25, 23-25)
Domenica 11 dicembre ore 17.00
Roma Volley Club-Anthea Vicenza Volley 3-0 (25-19, 25-14, 25-13)
Cda Talmassons-Assitec Volleyball Sant’Elia 3-0 (25-23, 25-19, 25-23)
Omag-Mt San Giovanni In M.No-Desi Shipping Akademia Messina 3-0 (25-14, 25-23, 25-20)
Ipag S.Lle Ramonda Montecchio-Volley Soverato 3-0 (25-12, 25-20, 25-17)
Riposa: 3M Perugia

I TABELLINI
GIRONE A
TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO – FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO 3-1 (25-16 20-25 28-26 25-21) – TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO: Nardo 19, Veneriano 7, Stroppa 2, Cassemiro 17, Gallizioli 17, Nicolini 5, Rolando (L), Conti 9, Pinto. Non entrate: Radice (L), Cantaluppi, Nicoli, Bernasconi, Badini. All. Chiappafreddo. FUTURA GIOVANI BUSTO ARSIZIO: Member-meneh 14, Botezat 8, Zanette 21, Arciprete 9, Tonello 8, Balboni, Mistretta (L), Badalamenti 1, Venco, Pandolfi, Morandi (L). Non entrate: Milani, Fiorio. All. Amadio. ARBITRI: Licchelli, Clemente. NOTE – Durata set: 24′, 24′, 30′, 27′; Tot: 105′. MVP: Gallizioli.

Top scorers: Zanette E. (21) Nardo A. (19) Gallizioli M. (17)
Top servers: Zanette E. (2) Conti A. (2) Cassemiro M. (2)
Top blockers: Botezat A. (4) Nicolini C. (4) Nardo A. (3)

OROCASH LECCO – ITAS TRENTINO 3-2 (16-25 14-25 25-23 25-23 15-13) – OROCASH LECCO: Lancini 9, Piacentini 8, Bassi 2, Zingaro 9, Albano, Rimoldi 2, Bonvicini (L), Bracchi 28, Tresoldi 4, Belloni 1, Rocca (L). Non entrate: Citterio. All. Milano. ITAS TRENTINO: Mason 13, Moretto 11, Dehoog 25, Michieletto 12, Fondriest 9, Bonelli 3, Parlangeli (L), Meli 1, Bisio, Serafini. Non entrate: Stocco, Michieletto, Libardi (L), Joly. All. Saja. ARBITRI: Usai, Magnino. NOTE – Durata set: 24′, 24′, 29′, 28′, 17′; Tot: 122′. MVP: Bracchi.

Top scorers: Bracchi M. (28) Dehoog C. (25) Mason C. (13)
Top servers: Moretto G. (2) Michieletto F. (2) Meli D. (1)
Top blockers: Moretto G. (4) Dehoog C. (4) Piacentini F. (4)

CHROMAVIS ECO DB OFFANENGO – BSC MATERIALS SASSUOLO 2-3 (25-12 25-17 23-25 18-25 11-15) – CHROMAVIS ECO DB OFFANENGO: Trevisan 14, Anello 12, Martinelli 28, Pinali 6, Cattaneo 5, Galletti 5, Porzio (L), Bartesaghi 1, Marchesi, Menegaldo. Non entrate: Casarotti, Anello, Stringhini Ciboldi (L), Tommasini. All. Bolzoni. BSC MATERIALS SASSUOLO: Vittorini 11, Manfredini 16, Scacchetti, Pomili 11, Civitico 12, Busolini 15, Dhimitriadhi (L), Pelloni (L), Dapic, Masciullo, Bondavalli. Non entrate: Pistolesi, Fornari. All. Venco. ARBITRI: Polenta, D’Amico. NOTE – Durata set: 19′, 24′, 26′, 25′, 17′; Tot: 111′. MVP: Manfredini.

Top scorers: Martinelli M. (28) Manfredini L. (16) Busolini F. (15)
Top servers: Civitico G. (2) Manfredini L. (2) Trevisan F. (2)
Top blockers: Civitico G. (3) Anello L. (3) Cattaneo M. (3)

EMILBRONZO 2000 MONTALE – VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-1 (27-29 25-16 25-17 25-23) – EMILBRONZO 2000 MONTALE: Lancellotti 2, Frangipane 18, Fronza 8, Visintini 28, Zojzi 17, Angelini 8, Bici (L), Bonato, Mescoli. Non entrate: Montagnani (L), Mammini, Rossi. All. Ghibaudi. VOLLEY HERMAEA OLBIA: Bresciani, Bulaich Simian 24, Gannar 6, Schiro’ 12, Miilen 14, Taje’ 4, Barbagallo (L), Bridi 2, Fontemaggi 1, Diagne. Non entrate: Messaggi. All. Guadalupi. ARBITRI: Pasin, Marigliano. NOTE – Durata set: 32′, 24′, 25′, 28′; Tot: 109′. MVP: Bici.

Top scorers: Visintini G. (28) Bulaich Simian D. (24) Frangipane A. (18)
Top servers: Schiro’ C. (1) Miilen K. (1) Fontemaggi S. (1)
Top blockers: Frangipane A. (4) Gannar I. (3) Visintini G. (3)

GIRONE B
SEAP-SIGEL MARSALA – ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO 0-3 (23-25 21-25 23-25) – SEAP-SIGEL MARSALA: Moneta 6, Deste 8, Orlandi 2, Bulovic 7, Frigerio 6, Salkute 21, Norgini (L), Ghibaudo 2, Baasdam 1, Garofalo. Non entrate: Spano, Guarena. All. Bracci. ITAS CECCARELLI MARTIGNACCO: Cortella 11, Eckl 7, Allasia 2, Wiblin 15, Modestino 9, Sironi 15, Tellone (L), Cabassa 1, Lazzarin, Guzin, Granieri. Non entrate: Bole. All. Gazzotti. ARBITRI: Guarneri, Giorgianni. NOTE – Durata set: 28′, 28′, 29′; Tot: 85′. MVP: Salkute.

Top scorers: Salkute M. (21) Wiblin R. (15) Sironi G. (15)
Top servers: Deste E. (3) Cortella S. (2) Wiblin R. (2)
Top blockers: Eckl K. (3) Sironi G. (3) Deste E. (3)

ROMA VOLLEY CLUB – ANTHEA VICENZA VOLLEY 3-0 (25-19 25-14 25-13) – ROMA VOLLEY CLUB: Bechis 1, Rivero 9, Rucli 8, Bici 13, Bianchini 16, Ciarrocchi 9, Ferrara (L), Rebora, Valerio, Valoppi, De Luca Bossa. Non entrate: Melli. All. Cuccarini. ANTHEA VICENZA VOLLEY: Galazzo 3, Legros 4, Farina 6, Kavalenka 10, Panucci 6, Cheli 4, Formaggio (L), Del Federico, Digonzelli, Ottino, Munaron. Non entrate: Groff, Gulino (L), Martinez Volskis. All. Iosi. ARBITRI: Capolongo, Lanza. NOTE – Durata set: 24′, 26′, 21′; Tot: 71′. MVP: Bianchini.

Top scorers: Bianchini M. (16) Bici E. (13) Kavalenka J. (10)
Top servers: Bici E. (2) Rivero J. (1)
Top blockers: Bianchini M. (3) Ciarrocchi M. (3) Cheli L. (1)

CDA TALMASSONS – ASSITEC VOLLEYBALL SANT’ELIA 3-0 (25-23 25-19 25-23) – CDA TALMASSONS: Rossetto 11, Costantini 13, Eze Blessing 3, Milana 13, Caneva 9, Taborelli 11, De Nardi (L), Crisafulli 2, Michelini. Non entrate: Monaco, Trampus, Tognini, Campagnolo (L). All. Barbieri. ASSITEC VOLLEYBALL SANT’ELIA: Spinello 1, Dzakovic 10, Hollas 1, Botarelli 14, Ghezzi 8, Cogliandro 7, Vittorio (L), Polesello 2, Moschettini 1, Di Mario, Giorgetta. Non entrate: Costagli. All. Giandomenico. ARBITRI: Lorenzin, Pasquali. NOTE – Durata set: 27′, 24′, 26′; Tot: 77′. MVP: Rossetto.

Top scorers: Botarelli I. (14) Milana G. (13) Costantini V. (13)
Top servers: Crisafulli A. (2) Cogliandro A. (1) Taborelli V. (1)
Top blockers: Costantini V. (5) Eze Blessing C. (3) Botarelli I. (2)

OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO – DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA 3-0 (25-14 25-23 25-20) – OMAG-MT SAN GIOVANNI IN M.NO: Turco 1, Bolzonetti 19, Parini 5, Perovic 14, Rachkovska 9, Babatunde 9, Caforio (L), Cangini. Non entrate: Aluigi, Salvatori, Saguatti (L), Biagini, Covino. All. Barbolini. DESI SHIPPING AKADEMIA MESSINA: Pertens 4, Composto 4, Muzi 1, Martilotti 7, Mearini 6, Ebatombo 14, Faraone (L), Silotto 3, Ciancio, Varaldo, Brandi. Non entrate: Catania. All. Breviglieri. ARBITRI: Giglio, Pernpruner. NOTE – Durata set: 21′, 29′, 31′; Tot: 81′. MVP: Turco.

Top scorers: Bolzonetti A. (19) Ebatombo A. (14) Perovic N. (14)
Top servers: Bolzonetti A. (2) Composto A. (1) Turco A. (1)
Top blockers: Mearini V. (3) Babatunde M. (3) Silotto G. (2)

IPAG S.LLE RAMONDA MONTECCHIO – VOLLEY SOVERATO 3-0 (25-12 25-20 25-17) – IPAG S.LLE RAMONDA MONTECCHIO: Angelina 23, Barbazeni 9, Mazzon 16, Tanase 5, Marconato 7, Bartolucci 1, Maggipinto (L), Nardelli, Brandi, Muraro, Balestra (L). Non entrate: Cometti, Esposito, Malvicini. All. Sinibaldi. VOLLEY SOVERATO: Malinov 1, Schwan 8, Cecchi 3, Korhonen 5, Giugovaz 10, Pomili 3, Ferrario (L), Giambanco, Tolotti, Cherepova, Barbaro, Zuliani, Salviato (L). All. Chiappini. ARBITRI: Sabia, Angelucci. NOTE – Durata set: 20′, 27′, 27′; Tot: 74′. MVP: Angelina.

Top scorers: Angelina G. (23) Mazzon G. (16) Giugovaz L. (10)
Top servers: Mazzon G. (2) Barbazeni K. (2) Marconato G. (1)
Top blockers: Barbazeni K. (5) Giugovaz L. (2) Pomili A. (2)

LE CLASSIFICHE
GIRONE A
Valsabbina Millenium Brescia 25 (8 – 2); Itas Trentino 21 (6 – 4); Futura Giovani Busto Arsizio 19 (7 – 3); Lpm Bam Mondovi’ 19 (6 – 4); Bsc Materials Sassuolo 17 (6 – 4); D&a Esperia Cremona 14 (4 – 6); Tecnoteam Albese Volley Como 13 (5 – 5); Volley Hermaea Olbia 13 (5 – 5); Orocash Lecco 12 (4 – 6); Emilbronzo 2000 Montale 12 (4 – 6); Chromavis Eco Db Offanengo 9 (3 – 7); Club Italia 6 (2 – 8);

GIRONE B
Roma Volley Club 27 (9 – 0); Omag-Mt San Giovanni In M.No 19 (7 – 2); Cda Talmassons 18 (6 – 3); Itas Ceccarelli Martignacco 18 (6 – 3); Ipag S.Lle Ramonda Montecchio 17 (6 – 3); Volley Soverato 17 (6 – 3); Anthea Vicenza Volley 10 (4 – 5); Seap-Sigel Marsala 9 (3 – 6); Desi Shipping Akademia Messina 7 (2 – 8); Assitec Volleyball Sant’Elia 5 (0 – 9); 3m Pallavolo Perugia 3 (1 – 8).

IL PROSSIMO TURNO
SERIE A2
10° GIORNATA
GIRONE A
Domenica 18 dicembre ore 17.00
Itas Trentino – D&a Esperia Cremona
Volley Hermaea Olbia – Orocash Lecco
Bsc Materials Sassuolo – Tecnoteam Albese Volley Como
Futura Giovani Busto Arsizio – Club Italia
Lpm Bam Mondovi’ – Chromavis Eco Db Offanengo
Valsabbina Millenium Brescia – Emilbronzo 2000 Montale

GIRONE B
Domenica 18 dicembre ore 15.00
Anthea Vicenza Volley – Seap-Sigel Marsala
Domenica 18 dicembre ore 17.00
Assitec Volleyball Sant’Elia – Ipag S.Lle Ramonda Montecchio
Itas Ceccarelli Martignacco – Roma Volley Club
Volley Soverato – Omag-Mt San Giovanni In M.No
3m Pallavolo Perugia – Cda Talmassons

Lega Femminile