Champions> Conegliano vince a Mulhouse, pantere più forti della fatica

MULHOUSE – A.CARRARO IMOCO CONEGLIANO 0-3 (22-25,14-25,18-25)

Mulhouse: A.Haak 7, Rousseaux 1, Casadei, Mayer 3, Coneo 3, Oliveira Souza 7, Paradzik 9, Noumssi, Olinga-Andela, Schmit, Soldner, Kalt, Tchoundjang-Nana, Van Avermaet 3, Zakel, Vasi. All. Salvagni

A.Carraro Imoco: Lubian 6, Squarcini 9, Gennari 9, Plummer 1, I.Haak 11, De Gennaro, Robinson Cook, Gray 13, Wolosz 3, Carraro 1 Pericati, Furlan, De Kruijf ne. All. Santarelli

Arbitri: Kurtiss (Lat) e Cambré (Bel)
Durata set: 28′
Note: Errori battuta: Mu 11,Co 10;Aces: 4-6 ;Muri: 3-5 Errori attacco: 5-8; MVP: Gennari

A soli tre giorni dal successo mondiale di Antalya, le Pantere in versione A.Carraro Imoco Volley come delle rockstar viaggiano da un capo all’altro del continente per continuare una stagione-frullatore, che stasera le ha portate in Francia a Mulhouse per la seconda giornata della Pool A di Champions League a giocare la quinta partita negli ultimi sette giorni. Missione compiuta per le ragazze di coach Santarelli che vincono agevolmente nel palasport alsaziano e volano a punteggio pieno in testa al girone europeo.

Coach Salvagni schiera per le alsaziane Mayer-Oliveira Souza, Coneo-Rousseaux, Paradzik-Van Avermaet, libero Soldner; dall’altra parte le campionesse del Mondo, applauditissime dal pubblico d’oltralpe, si schierano con Wolosz-Haak, Gennari-Gray, Squarcini-Lubian e libero De Gennaro.

Inizio energico del Mulhouse che con gli attacchi di Coneo e il muro di un’ottima Paradzik prendono un doppio vantaggio (4-2) che mantengono fino al 6-6 firmato dalla sorella minore della sfida in famiglia tra Isabelle ed Anne Haak, in campo dalle parti opposte della rete. La recente MVP del Mondiale sigla il pareggio, poi entra dalla panchina la sorella maggiore Anna per rinforzare la seconda linea delle padrone di casa. L’A.Carraro Imoco trova anche il sorpasso con Alessia Gennari, due punti in fila della schiacciatrice emiliana per l’8-10. De Gennaro e compagne alzano il volume del muro-difesa, Gennari in versione-bomber sfrutta le magie di Asia Wolosz al palleggio. Le Pantere si compattano, raffica al servizio di Marina Lubian per il 12-14. Wolosz e compagne sono salite di tono, la difesa con De Gennaro protagonista comincia ad aspirare palloni che poi vengono concretizzate in moneta sonante dalle attaccanti gialloblù, tutte coinvolte dalla capitana: 13-18. Sembra fatta, ma arriva un’altra replica del Mulhouse che con un break 4-0 propiziato dalle battute di una Paradzik scatenata (7 punti nel set) e di Souza, arriva pericolosamente a -1. Entra Robinson Cook in seconda linea per sistemare la ricezione e nello sprint finale l’A.Carraro Imoco sbaglia meno e prende il vantaggio decisivo (20-23). Poi arriva la chiusura di Lubian e un errore al servizio delle francesi che vale il 22-25.

Bell’inizio delle Pantere di coach Santarelli nel secondo set, da il “là” Squarcini, poi Wolosz innesca Isabelle Haak che dà spettacolo di fronte al pubblico francese, lei che è transalpina da parte di madre. Colpi di grande classe per “Bella”, che risponde presente agli appuntamenti perfetti di capitan Wolosz, e sospinge Conegliano avanti: 2-5. Mulohouse nonostante troppi errori in battuta resta in gara con Coneo e la sorella Anna Haak che riavvicinano le padrone di casa (9-10). Fede Squarcini spara un ace dei suoi, Gennari sigla il primo muro gialloblù del match e con i fondamentali “terminali” le Pantere allungano: 9-12. Ancora un muro, stavolta di Alexa Gray, che poi va a segno con un super attacco per il +4 (11-15). Mulhouse gioca con grinta ed entusiasmo, ma Conegliano non fa sconti: se la ridono le sorelle Haak dopo un gran muro della più giovane Isabel su Anna, poi Gray continua il suo ottimo set e sui velocissimi contrattacchi offerti da Wolosz la canadese va a nozza: 12-18. E’ il break decisivo, poi le inesauribili veterane Wolosz e De Gennaro governano il gioco con maestria: Squarcini si dimostra ottimo terminale al centro, nel finale entra il doppio cambio con Carraro e Plummer e le campionesse del Mondo chiudono con un netto 14-25.

Le Pantere vogliono tornare a casa presto e si vede, Wolosz e Haak duettano a meraviglia e volano avanti 2-6, poi Squarcini si fa sentire a muro, Gennari colpisce anche da seconda linea, la capitana mette un ace beffardo e il set è praticamente già indirizzato: 5-11 e time out di coach Salvagni. Con il vento in poppa l’A.Carraro Imoco viaggia spedita verso la vittoria. Coach Santarelli ruota le sue pedine spedendo di nuovo in campo la coppia Carraro-Plummer, poi c’è Ylenia Pericati che dà fiato a Moki De Gennaro ed entra Furlan per Lubian. Con l’energia delle ragazze della panchina, che giocano con ordine e personalità, la squadra di coach Santarelli spinge ancora di più sull’acceleratore: Squarcini continua la sua bella serata in attacco (anche tre aces), Alessia Gennari fa vedere difese e colpi di alta scuola (sarà premiata MVP), Carraro non fa rimpiangere Wolosz in regia e le Pantere chiudono con un perentorio 3-0 che regala la seconda rapida vittoria nelle prime due gare stagionali nel girone di Champions League.

Appena finita la partita le Pantere sono subito salite sul pullman Baldoin che riporterà a casa nella notte la squadra per cercare di recuperare più energie possibile dopo aver giocato cinque partite (con due viaggi notevoli in mezzo) in sette giorni comunque indimenticabili.

Il prossimo impegno, l’ultimo di un fantastico 2022 gialloblù, sarà la classica partita di Santo Stefano il 26 dicembre alle 17.00 con la Bartoccini Perugia per l’ultima gara di andata, in un Palaverde che si annuncia esaurito perchè sarà il ritorno a casa per le campionesse iridate, dopo la partita si terrà la grande festa dove si rivivranno le atmosfere del Mondiale sul maxischermo e la squadra saluterà il pubblico gialloblù esibendo la Coppa del Mondo conquistata in Turchia, prima di brindare con i tifosi a base di Prosecco DOC!.

Ufficio Stampa