A1F> Bisonte: colpaccio in regia, arriva Ofelia Malinov

Grande colpo di mercato per Il Bisonte Firenze: alla corte di coach Carlo Parisi arriva la palleggiatrice della nazionale italiana Ofelia Malinov, che nelle ultime quattro stagioni e mezzo ha giocato con la Savino Del Bene Scandicci. Un curriculum di altissimo livello quello della ventiseienne bergamasca, che fra i vari trofei vanta un argento e un bronzo mondiale con l’Italia: Malinov affiancherà Gaia Guiducci nel reparto delle palleggiatrici de Il Bisonte, e sarà a disposizione già dal match di domenica contro Bergamo.

LA CARRIERA – Ofelia Malinov nasce a Bergamo il 29 febbraio 1996, figlia d’arte dell’allenatore bulgaro Atanas, a quell’epoca coach proprio della Foppapedretti, e dell’ex pallavolista anch’essa bulgara Kamelia Arsenova. Col volley nel sangue, debutta in B1 già a 15 anni, nella Bruel Bassano (allenata dal padre e con la madre come compagna di squadra), società in cui rimane fino al gennaio del 2015, quando si trasferisce nella franchigia federale del Club Italia per giocare prima in A2, poi in A1 nella stagione 2015/16. Nel frattempo compie tutta la trafila delle nazionali giovanili, vincendo l’argento europeo nel 2013 con la prejuniores, e già nel 2014 esordisce nella nazionale maggiore, giocando il World Grand Prix e rimanendo aggregata al gruppo che poi parteciperà ai mondiali. A livello di club, nel 2016 si trasferisce a Conegliano, dove vince Coppa Italia e Supercoppa Italiana, mentre nel 2017 passa a Bergamo e nel 2018 viene ingaggiata dalla Savino Del Bene Scandicci, con cui conquista la Challenge Cup nel 2022. Anche con la nazionale maggiore diventa presto un punto fermo, vincendo un argento e un bronzo ai mondiali (2018 e 2022), un bronzo e un oro agli europei (2019 e 2021), un argento al World Grand Prix (2017) e un oro in VNL (2022), oltre a partecipare alle olimpiadi del 2021. Adesso, dopo quattro stagioni e mezzo a Scandicci – di cui era capitano – il trasferimento a Il Bisonte.

LE PAROLE DI OFELIA MALINOV – “Sono super felice di essere arrivata a Il Bisonte: tutti, dallo staff alle nuove compagne, mi hanno accolto in maniera positiva, e quindi non vedo l’ora di iniziare e di dare il mio contributo. È un’opportunità che è nata all’improvviso, sono felicissima di averla colta subito e di avere la possibilità di giocare per Firenze: il mio obiettivo è quello di crescere con la squadra da qui a fine stagione. Ho giocato tante volte contro Il Bisonte, soprattutto negli ultimi anni a Scandicci: è sempre stata una partita molto accesa, qui a Firenze è un derby e fa un po’ strano adesso essere dall’altra parte, ma sono felicissima. È un bell’ambiente e non vedo l’ora di conoscerlo sempre meglio e di cominciare questa nuova avventura”.

Ufficio Stampa Il Bisonte Firenze
Andrea Pratellesi