Coppa Italia Frecciarossa: treno in partenza!

Mercoledì 5 e giovedì 6 gennaio a Roma
La Finalissima in diretta su Rai Due

Nella sala Protomoteca del Campidoglio il prologo della Final Four 2022. In corsa le ultime due detentrici della Coppa, Conegliano e Novara, ma anche le outsider Busto Arsizio e Chieri qualificatesi ribaltando il fattore campo. In A2 San Giovanni, già vittoriosa nel 2018, ci riprova contro la debuttante Brescia.

Roma, 4 gennaio 2022 – Il Frecciarossa è giunto al capolinea portando a Roma la Coppa Italia assieme alle campionesse che le danno la caccia. Mercoledì 5 gennaio al Palasport di Roma EUR e in diretta su Rai Sport saranno le semifinaliste di Serie A1 a darsi battaglia: alle 16.00 la Prosecco DOC Imoco Conegliano, detentrice del trofeo, lo rimetterà in palio contro la Unet E-Work Busto Arsizio; alle 18.30 toccherà invece alla Igor Gorgonzola Novara confrontarsi con la Reale Mutua Fenera Chieri. Giovedì 6 gennaio sarà invece il giorno delle Finalissime: alle 13.30 verrà assegnata la Coppa di Serie A2 nel duello tra la Omag MT San Giovanni in Marignano e la Banca Valsabbina Millennium Brescia; mentre alle 17.30 in diretta su Rai Due avrà inizio la Finale della Coppa Italia Frecciarossa 2022, consegnata alla vincitrice dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Il prologo alla Final Four è stato ospitato dalla Sala Protomoteca del Campidoglio a Roma. Un’occasione non solo per spalancare le braccia al pubblico che deciderà di assistere alla Final Four dagli spalti del Palazzo dello Sport di Roma EUR, ma anche un momento per ribadire le regole che consentiranno di partecipare a questa grande festa di volley in piena sicurezza: l’ingresso è infatti vincolato, come previsto dalle norme nazionali, al possesso del Green Pass Rafforzato e all’utilizzo di mascherine FFp2 per tutta la durata della permanenza nell’impianto.
A fare gli onori di casa è stato l’Assessore allo Sport di Roma Capitale, Alessandro Onorato: “Vi ringrazio, anche a nome del Sindaco Roberto Gualtieri di essere a Roma. Per noi è importante che la Capitale torni a essere anche la Capitale dei grandi eventi sportivi. Con i vostri straordinari risultati ci avete resi orgogliosi, e ne vado particolarmente fiero perché la pallavolo è stata anche il mio sport a livello amatoriale. Siamo orgogliosi di avervi qui e ci prepariamo ad assistere ad un grande spettacolo di sport e di pubblico”.
“Roma torna finalmente ad essere la capitale del volley femminile” dichiara Roberto Tavani, Delegato allo Sport del Presidente della Regione Lazio. “Dopo il successo del mondiale 2014 a cui la città rispose entusiasticamente, e lo sbarco in serie A della Roma Volley dopo 23 anni, i tifosi della pallavolo sono pronti a godere del grande spettacolo che offriranno le più forti campionesse della disciplina, alcune di esse colonne portanti della nazionale Italiana e reduci dalla vittoria dell’Europeo in Serbia. Sono proprio i grandi successi nelle competizioni sportive internazionali che ci danno il senso di un movimento vivo, che non si arrende mai, e che riesce anche a lavorare sulla crescita di tanti ragazzi e ragazze. Il covid sta fiaccando tante belle energie ma, i recenti dati nazionali sul tesseramento FIPAV, ci testimoniano un grande recupero di appassionati e praticanti. La speranza e l’augurio è quello di continuare così, anche grazie ad un evento che permetterà di tornare a respirare aria di normalità grazie alla forza del volley”.
“Innanzitutto ringrazio il Comune di Roma Capitale e la Regione Lazio per l’ospitalità e per il continuo supporto – dichiara Antonio Santa Maria, Direttore Generale di Master Group Sport. Siamo felici di essere qua oggi in una location tanto prestigiosa quanto suggestiva per celebrare i recenti successi del volley femminile. Ci tengo a sottolineare che al centro dell’evento ci sarà ovviamente la sicurezza e la salute delle atlete, degli addetti ai lavori e del pubblico: l’organizzazione rispetta pienamente i protocolli e le norme vigenti in materia di prevenzione dal contagio di Covid-19. Oggi organizzare eventi significa anche parlare di sostenibilità ambientale e le Finali Coppa Italia Frecciarossa saranno un esempio sotto questo punto di vista. Come Master Group Sport abbiamo adottato un sistema di gestione sostenibile degli eventi ed ottenuto la certificazione ISO 20121 Sustainable Event Management. Ringrazio la Lega Pallavolo Serie A Femminile e tutti i partner che sostengono il movimento, in particolare Trenitalia che, attraverso la partnership con Frecciarossa, è al nostro fianco come title sponsor delle Finali di Coppa Italia per il secondo anno consecutivo dopo Rimini”.
“La partnership con il mondo della pallavolo femminile conferma l’impegno di tutto il Gruppo FS Italiane per contribuire alla ripartenza del Paese, supportando la ripresa, in sicurezza e in presenza, degli eventi e delle grandi manifestazioni sportive”, dichiara Anna Maria Morrone, Responsabile Organization e People Development di FS Italiane. “In FS siamo convinti che il talento e la competenza non abbiano genere e lavoriamo ogni giorno per consolidare questi valori, creando ambienti inclusivi dove tutti possano dare il proprio contributo. Portiamo avanti diversi progetti di empowerment femminile non rivolgendoci solo alle donne già in azienda, ma incoraggiando per esempio le giovani studentesse a intraprendere carriere in ambito STEM, ossia in quelle discipline scientifico-tecnologiche dove la presenza femminile è ancora troppo debole”.
“Soprattutto in tempi difficili come questi vogliamo ribadire l’importanza dell’attività sportiva come motore di benessere e inclusione sociale. Il partenariato con Lega Volley Femminile per la stagione 2021-2022 evidenzia l’importanza che lo sport ha nella vita dei cittadini e delle cittadine dell’Unione e siamo lieti di essere qui a confermare il nostro impegno – afferma Massimo Gaudina, capo della Rappresentanza a Milano della Commissione Europea – Da Erasmus+ alla Settimana europea dello sport, la Commissione Europea mette a disposizione tutti gli strumenti per favorire lo sport e uno stile di vita sano in tutte le fasce d’età e tutti i gruppi sociali, senza lasciare indietro nessuno. Tutto questo ha un valore ancora più speciale in questo inizio del 2022, Anno europeo dei giovani”.
In conferenza stampa è stato anche affrontato il tema dell’impiantistica sportiva, fra gli obiettivi strategici locali e nazionali. Tema su cui è intervenuto anche il Presidente della Federazione Italiana Pallavolo Giuseppe Manfredi: “Il momento è difficile ma non ci possiamo fermare, dobbiamo andare avanti come movimento proprio per attrarre investimenti importanti che ci aiutino a definire un futuro migliore. La programmazione è ciò che ci è mancato in questa fase critica. Un grazie speciale va al nostro Presidente della Repubblica, attentissimo alla pallavolo”.
Il Presidente della Lega Pallavolo Femminile Mauro Fabris ha aperto il suo intervento ringraziando i partner istituzionali e non della manifestazione, ma anche “le squadre, le atlete, gli allenatori che rendono tutto questo possibile. Tra pochi giorni le regole cambieranno di nuovo e speriamo ci vengano incontro: le atlete sono al sicuro grazie ai vaccini e così gran parte della popolazione, abbiamo bisogno di un cambio di passo. Si parla del dilemma tra giocare e non giocare: allo stato attuale l’alternativa è chiudere, discorso valido anche per il calcio, il basket e tutti gli altri sport”.
Per la Prosecco DOC Imoco Conegliano, detentrice del titolo, erano presenti l’allenatore Daniele Santarelli e la capitana Joanna Wolosz. Santarelli: “Busto è un’avversaria difficile. Alla Coppa Italia teniamo tantissimo, arriviamo in buone condizioni fisiche mentre mentalmente ci stiamo riprendendo per la sconfitta nella finale del Mondiale”. Wolosz: “Negli ultimi anni Busto è sempre stata lì, vicina a vincere. Dobbiamo avere rispetto per lei e affrontarla al massimo”.
Per la Unet E-Work Busto Arsizio, già vincitrice della Coppa nel 2012, l’allenatore Marco Musso detta la linea: “Sono partite in cui bisogna gettare il cuore oltre l’ostacolo, come abbiamo fatto a casa di Scandicci nei quarti di finale”. La capitana delle Farfalle, Jovana Stevanovic, descrive l’avversaria come: “Una squadra che gioca unita, in campo si vede. Però nello sport non bisogna mai avere paura, dobbiamo provare a vincere, consapevoli che stiamo lavorando nella direzione giusta”.
Per la Igor Gorgonzola Novara, già tre volte vincitrice della Coppa e sconfitta in finale lo scorso anno, l’allenatore Stefano Lavarini vede “la necessità di avere fiducia in noi stesse. Siamo in linea con le aspettative e in discreta condizione, l’accesso alla Final Four di Coppa Italia era un obiettivo ma dobbiamo stare attente a Chieri che giocano uno dei migliori volley del campionato, se non il migliore, con grande partecipazione di squadra”. La capitana Cristina Chirichella aggiunge: “La stanchezza ormai è dietro le spalle, ci si allena tutto l’anno per arrivare qui e siamo pronte a giocarci tutte le carte per realizzare qualcosa di sempre più bello”.
La Reale Mutua Fenera Chieri si presenta a Roma niente meno che con… Giulio Cesare! Bregoli, allenatore della formazione piemontese, torna sulla vittoria a Monza nei quarti di finale: “Il livello è sempre formidabile, nel nostro campionato. Individuale e anche di squadra, che è il nostro vero punto di riferimento e ciò che mi rende fiero: le nostre armi sono la coesione e la collaborazione”. Elena Perinelli, capitana di Chieri, intende recuperare il tempo perduto: “Lo scorso anno non ho potuto disputare la Final Four e voglio godermela. Il fatto che siamo di nuovo qua mi rende felice”.
Per la Omag MT San Giovanni in Marignano, finalista della Coppa Italia di A2, c’è una leggenda del volley italiano: la capitana Serena Ortolani, che ha già vinto due volte la Coppa “maggiore”. “A 35 anni le mie giovani compagne mi danno la gioia di giocare ogni giorno, sono fiera di vederle qui e questa finale che ci siamo meritate ce la giocheremo a mille”. Per la Banca Valsabbina Millennium Brescia, Marika Bianchini si collega poco prima dell’allenamento: “Ultimo giorno in palestra prima di prendere il treno per Roma. Non vedo l’ora di affrontare una grandissima giocatrice come Serena, per la millesima volta. Ci conosciamo a memoria e daremo spettacolo”.

Gli ultimi biglietti per la Final Four di Coppa Italia Frecciarossa 2022 sono ancora in vendita attraverso il circuito Vivaticket e Vivaticket.com.

3° ANELLO
intero: € 18,00
ridotto Under 12/Over 65: € 12,00
2° ANELLO
intero: € 25,00
ridotto Under 12/Over 65: € 18,00
1° ANELLO
intero: € 40,00
ridotto Under 12/Over 65: € 25,00
1° ANELLO + HOSPITALITY
intero: € 65,00
PARTERRE
intero: € 50,00
PARTERRE + HOSPITALITY
intero: € 75,00

Omaggio: Under 4

I prezzi si intendono per singole giornate di evento e quindi valevoli per la visione di due gare.
In base alle disposizioni nazionali in vigore per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e alle ordinanze del Ministro della Salute, sarà consentito accedere all’evento esclusivamente ai possessori di green pass “rafforzato”.

Tutte le informazioni sull’evento, compresi alcuni utili consigli su come raggiungere il palazzetto con i mezzi pubblici e buone pratiche sulla sostenibilità, sono disponibili all’indirizzo

Lega Femminile

Articoli correlati:

  1. Finali Coppa Italia Frecciarossa: il treno per Roma passa da Chieri e Cuneo
  2. Finali Coppa Italia Frecciarossa: Conegliano, Novara e Chieri in carrozza aspettando la quarta passeggera
  3. Finali Coppa Italia Frecciarossa: una produzione televisiva straordinaria
  4. Coppa Italia Frecciarossa Serie A1: Savino Del Bene Scandicci e Unet e-work Busto Arsizio in campo per aggiudicarsi l’ultimo biglietto per Roma
  5. Finali Coppa Italia Frecciarossa: “Scusi, quello è il mio posto!”

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002