A2F> Club Italia: le azzurrine chiudono l’anno con una bella vittoria

Il Club Italia apre il girone di ritorno del Campionato di A2 con una bella e convincente vittoria per 3-0 (25-13, 27-25, 25-23) contro Volley Hermaea Olbia. Questa sera al Centro Pavesi di Milano le azzurrine hanno pienamente riscattato il 3-0 subito all’andata grazie a un’ottima prova corale in tutti i fondamentali e a una prestazione di carattere.

Partite subito col piede giusto, Giuliani e compagne sono riuscite a dettare il ritmo e a imporre il proprio gioco nella prima frazione. Nel secondo e nel terzo set, entrambi dall’andamento decisamente più equilibrato rispetto al precedente, le azzurrine sono riuscite a uscire con determinazione dai momenti di difficoltà e a conquistare tre punti preziosi con due importanti rimonte.

Miglior realizzatrice di serata la schiacciatrice Lisa Esposito, autrice di 20 punti (6 ace, 1 muro, 40% in attacco). In doppia cifra per il Club Italia anche l’opposto Virginia Adriano (16 punti, 1 ace, 3 muri, 42% in attacco) e la centrale Nausica Acciarri (14 punti, 1 ace, 4 muri, 64% in attacco).

Il Club Italia tornerà in campo il 7 gennaio 2023 al Pala Radi di Cremona per affrontare la D&a Esperia Cremona nella 2ª giornata di ritorno del Girone A del Campionato di A2.

CRONACA – Per questa prima partita del girone di ritorno il tecnico federale Michele Fanni si affida al sestetto composto dalla diagonale Passaro-Adriano, dalle schiacciatrici Giuliani ed Esposito, dalle centrali Modesti e Acciarri e al libero Ribechi.

Dall’altra parte della rete, per Olbia, coach Dino Guadalupi risponde con lo starting six composto da Miilen, Tajè, Bridi, Bulaich Simian, Gannar, Schirò e il libero Barbagallo.

Parte bene il Club Italia che approccia il campo con il piede giusto. Le azzurrine prendono subito un buon ritmo: Acciarri, Esposito e Adriano (ace) a segno e il Club Italia si spinge sul +4 (6-2). Il time out chiamato dalla panchina di Olbia non ha l’effetto sperato: Giuliani e compagne continuano a imporre il proprio gioco e spingono sul +8 (12-4). Olbia fatica a trovare le giuste contromisure e le giovani della formazione federale si portano a +11 (17-6). Le azzurrine amministrano (21-11, 23-13) e due ace di Esposito chiudono a favore del Club Italia il primo set (25-13).

Decisamente più equilibrato l’avvio della seconda frazione con Olbia che ricuce subito il primo tentativo di allungo delle azzurrine (3-1) e le due formazioni che viaggiano punto a punto (5-5). E’ il Club Italia a portarsi nuovamente avanti (7-5) e a mantenersi sul +2 (9-7, 12-10). Olbia riesce a riagguantare la parità (12-12). Due ace consecutivi di Esposito danno nuovo slancio al Club Italia che si porta sul +3 (15-12). La formazione sarda si ricompatta, ristabilisce l’equilibrio (16-16) e, sfruttando qualche passaggio a vuoto delle azzurrine, sorpassa (16-18) e si mantiene avanti (19-21). Il time out chiamato da coach Fanni rimette ordine tra le fila del Club Italia: due punti consecutivi di Esposito valgono il -1 (21-22), nel concitato finale Acciarri ristabilisce la parità (23- 23) e conquista il primo set point (24-23). Olbia annulla (24-24), ma sono le azzurrine a spuntarla e a portarsi sul 2-0 (27-25).

Al rientro in campo è ancora il Club Italia a imporre il proprio gioco: Esposito e Acciarri a segno e le azzurrine si portano sul +3 (6-3). Olbia accorcia (7-6), ma non completa la rimonta e Giuliani e compagne allungano nuovamente (9-6, 11-8). Il time out di coach Guadalupi dà nuovo slancio alla manovra delle sarde che pareggiano i conti (11-11) e sorpassano (12-14). Lo stop al gioco chiesto dalla panchina del Club Italia ha l’effetto sperato: le azzurrine si ricompattano e, una volta trovato buon ordine, ristabiliscono l’equilibrio con un muro firmato da Giuliani (16-16) e sorpassano (18-16). Le azzurrine non trovano la giusta continuità e Olbia torna avanti (19-22). Con l’ultimo time out di serata il Club Italia ritrova ordine ed efficacia: Adriano e Amoruso a segno riportano ava nti le azzurrine e chiudono set e partita (25-23).

MICHELE FANNI: “Sono molto contento della partita di questa sera perché quella che si è vista oggi è la squadra che dobbiamo essere. Questi siamo noi. Magari non siamo troppo precisi nel primo tocco, ma siamo in grado di fare la differenza con l’attacco, il muro e la battuta. Sono inoltre contento dell’atteggiamento spavaldo con cui siamo entrati in campo, con cui ce la siamo giocata senza avere pressioni. Le ragazze si sono espresse liberamente, per come è la squadra anche in allenamento. Oggi è una tappa importante di questo percorso perché il secondo e il terzo set, per la primo volta in questa stagione, sono stati vinti punto a punto. Fino a oggi, quando abbiamo vinto qualche parziale, era vamo sempre in vantaggio, questa sera invece è arrivato un segnale importante con la vittoria di due set in cui eravamo in svantaggio. E’ un segnale di maturità, anche se due parziali non possono valere il bilancio complessivo di una stagione, ma è uno step che dovevamo fare e che oggi abbiamo compiuto. Potremmo essere a una svolta in questo percorso: ci rendiamo maggiormente conto di chi siamo, di come possiamo competere e di come metterlo in campo contro gli avversari settimana dopo settimana”.

CLUB ITALIA – VOLLEY HERMAEA OLBIA 3-0 (25-13, 27-25, 25-23)

CLUB ITALIA: Giuliani 8, Modesti 9, Adriano 16, Esposito 20, Acciarri 14, Passaro, Ribechi (L), Amoruso 2. Non entrate: Despaigne, Viscioni, Monaco, Micheletti, Gambini (L), Batte. All. Mencarelli.

VOLLEY HERMAEA OLBIA: Miilen 5, Tajè 7, Bridi 3, Bulaich Simian 11, Gannar 4, Schirò 9, Barbagallo (L), Fontemaggi 1, Messaggi, Bresciani. Non entrate: Diagne. All. Guadalupi.

ARBITRI: Roberto Russo e Dalila Viterbo

DURATA SET: 22’, 30’, 29’

CLUB ITALIA: 13 a, 8 bs, 12 mv, 21 et

OLBIA: 4 a, 4 bs, 6 mv, 8 et

Fipav